sabato 10 settembre 2011

28
commenti

Tortiera di Alici e la Tradizione




tortiera di alici fron2


Credo che in ogni famiglia esistano delle tradizioni culinarie: le ricette che faceva la nonna, quando le faceva, quel piatto cucinato proprio in quel giorno.
Per questo motivo, non mi sognerei mai di sostenere che un piatto della tradizione si faccia in un modo solo, non penso si possa parlare di dogmi, in questo caso, ma piuttosto di tradizioni di famiglia. Ogni famiglia ha i suoi segretucci per cucinare quel determinato piatto, questo è quello che penso.
Lasciando stare i prodotti per cui sono nati dei veri e propri disciplinari, voi cosa pensate dei piatti della tradizione? Sono ricette fisse (si fa in quel modo e punto) oppure pensate che ci siano delle linee guida, ma che poi ogni famiglia abbia fatto suo il piatto? Mi dite il vostro pensiero?

A casa mia, l'estate è stata sempre all'insegna delle verdure ripiene: le zucchine con tonno e pangrattato, le melanzane con cipolla di Tropea e caciocavallo, i peperoni ripieni di pangrattato, capperi ed olive sia infornati che fritti o anche ad involtino. Poi i pomodori con i quali si facevano (e si fanno) "i pummaroru", cioè la classica salsa che poi viene conservata come scorta invernale.
Non solo verdure, anche frutta: i fichi che da metà estate troneggiano costantemente sulle tavole e tra i fornelli sotto forma di marmellate (qui, qui e qui) e dolci (come qui, qui e qui) o anche messi ad essiccare al sole sui cannizzi.
Ma c'è anche il pesce, soprattutto il pesce: siamo in una città di mare, quindi abbiamo la fortuna di trovarlo bello fresco, quindi come non mangiarlo?
Fa parte della nostra cultura e della nostra cucina mediterranea quasi quanto le verdure ed i legumi: gli involtini di spatola, quelli di pesce spada, il pesce spada alla ghiotta o arrosto, il pesce marinato, le frittelle di nannata (o cicirella)...

La tortiera di Alici è un piatto della tradizione calabrese, tanto semplice per quanto buono: questa è la mia versione.


tortiera di alici


Tortiera di Alici

Ingredienti
per 4 mini cocotte Le Creuset

  • 800 gr di alici
  • qualche cucchiaio di salsa di pomodoro
  • pangrattato
  • pecorino
  • prezzemolo tritato
  • basilico al limone*
  • olio di oliva extravergine
  • sale

Ungere le cocotte con un velo di olio d'oliva e spargervi del pangrattato.
Condire il pangrattato con qualche manciata di pecorino, sale ed un filino di olio.
Diliscare le alici, lavarle bene, aprirle a libro e disporle a raggiera nelle cocotte.
Versarvi sopra un leggerissimo strato di pomodoro, prezzemolo tritato, del basilico al limone spezzettato e finire con uno strato di mollica. Continuare così fino ad arrivare quasi al bordo della cocotte. Finire con uno strato di alici ed infine pangrattato.
Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 15 - 20 minuti, fino a quando non si crea una bella crosticina dorata in superficie.

* il basilico al limone va spezzettato a mano. E' un basilico delicato dal leggero aroma, che dona alle preparazioni un sapore fresco.


-----------------------------

English Version coming soon

tortiera di alici alto


28 commenti:

  1. sono assolutamente d'accordo sul peso delle tradizioni, specialmente nell'abbinamento delle erbe e nei ripieni delle vederure (ne ho anche parlato in un mio post!).
    Ottima interpretazione, amnca solo una forchetta per assaggiare.. che dici? dallo scherno non si passo? mannaggia!

    RispondiElimina
  2. Ciao Juls! :-D
    Sai che non avevo pensato all'abbinamento delle erbe? Qui noi usiamo molto prezzemolo, basilico, ma anche le altre...non ho pensato però che effettivamente un'erba può essere usata più in un posto che nell'altro...
    per le verdure ripiene sì, penso che ce le abbiamo tutti in un modo o nell'altro, ma mi pare giusto, in fondo è quello che ci dà l'orto in questo periodo, quindi è così che dev'essere e le verdure ripiene te le ritrovi su ogni tavola davvero! Certo, bisogna vedere cosa ci si mette dentro, qui si usa moltissimo il pangrattato ed il pecorino + altro in base alla verdura...adoro l'estate per questo! :-D

    RispondiElimina
  3. buonissima questa ricetta anche perchè adoro le alici.per me i piatti della tradizione sono quelli legati ai ricordi di famiglia, quelli di cui però è anche andata persa la ricetta tradizionale e vive il presente solo con varianti

    RispondiElimina
  4. @lucy Per tante ricette è davvero così Lucy, e riprendere un sapore antico devo dire che non è nemmeno semplice...molte volte mi ritrovo più ad intestardirmi per un sapore che voglio riprodurre e che sta solo nella mia memoria che per quella ricetta moderna ed ultracomplicata che magari non vuole uscire :-D

    RispondiElimina
  5. tradizioni, piaceri e profumi, un mix che mi attrae oltre ogni modo!

    RispondiElimina
  6. A casa mia la tradizione è alquanto contaminata, perché mia mamma è di Agrigento, abbiamo vissuto a Trapanie adesso stiamo a Palermo e per quanto si potrebbe pensare che in Sicilia si fa questo e quello, già da paese a paese si diversifica (la ricetta ufficiale, ma poi ci sono quelle di famiglia...). Non parliamo poi del fatto che la mia è contaminata nche da tutti voi... Insomma la tradizione c'è, ma è personale! ;)

    RispondiElimina
  7. Che piatto sfizioso!! Darei non so che per assaggiarlo!Bravissima

    RispondiElimina
  8. Piatti della tradizione?! Io ne ho tantissimi nel ricettario, ricette tramandate dalla nonna alla mamma e a me, che ognuno personalizza e aggiusta in base ai propri gusti per renderle perfette...proprio l'altro giorno ho infatti pubblicato la marmellata della nonna, che poi è diventata della mamma...Buonissima anche questa tua ricetta, un gran bel piatto, saporito e gustoso!

    RispondiElimina
  9. Mamma mia che piatto! Bravissima, e complimenti anche per le foto, dall'anteprima nella mia bacheca ho capito immediatamente che mi sarei innamorata subito di questa ricetta! Io le alici le adoro! *-*

    RispondiElimina
  10. Siamo assolutamente d'accordo. I piatti della tradizione non hanno una ricetta fissa, ma ci piacciono proprio per questo, perchè ogni famiglia ha la sua versione ed ognuna è semplicemente unica nella sua bontà.

    RispondiElimina
  11. Questa ricetta è davvero invitante!
    Anche per me i "piatti della tradizione" appartengono prima di tutto alle tradizioni familiari e quindi sono inevitabilmente rielaborate in base al gusto di ciascuno. D'altra parte il bello della cucina è anche provare, sperimentare e confrontare. Sai che noia se tutti i piatti fossero uguali!

    RispondiElimina
  12. Credo che la tradizione di un piatto sia fatta certamente dalla ricetta guida ma interpretata in maniera personale dalle famiglie...così è stato per mia nonna e per mia mamma poi fino ad arrivare a me che traggo dai loro piatti i miei piatti!!!! Questa tortiera di alici deve essere buonissima ed hai interpretato alla grande un piatto della tradizione...Un bacio e buona domenica!

    RispondiElimina
  13. anch'io sono per i piatti tradizionali dai quali alle volte prendo spunto ma poi ci metto del mio....il tortino di alici mollicati è una ricetta che ho visto fare prima da nonna poi da mamma ed ora io lo faccio spesso interpretandolo a mio modo....questo tuo è una meraviglia!!!!un grosso bacio..Tittina

    RispondiElimina
  14. Ciao Ago! Come stai? Il piatto della tradizione a me evoca più una tradizione in senso generico di un territorio, che poi ogni famiglia 'rivede' a modo suo. Mi viene in mente, visto che l'ho fatta ieri, la caponata di melanzane alla siciliana. E' un piatto della tradizione, poi peró ne esistono mille versioni, con il basilico, con l'uvetta, senza, con i pinoli, etc. perchè ogni nonna avrà il suo segreto, negli ingredienti o nel procedimento...o nei rituali magici magari, chissà! ^__* Ma sempre della tradizione sarà. Se invece è una rivisitazione più ampia che 'stravolge' il piatto o agginuge un 'quid' innovativo allora...esce dalla tradizione :) sempre secondo me eh! Baci

    RispondiElimina
  15. La tradizione in cucina è da conservare gelosamente, perchè profuma di storia e di casa proprio come questa tua gustosissima ricetta.

    RispondiElimina
  16. i miei complimenti Ago. punto.
    bravissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  17. La fa sempre la mia non suocera anche se non la presenta in maniera così carina =)

    RispondiElimina
  18. Uno schianto!
    Sei supersuperbrava! Un abbraccio Monica

    RispondiElimina
  19. Sono assolutamente d'accordo, ogni famiglia ha le proprie tradizioni, e ogni piatto, anche se "della tradizione" (scusa la ripetizione)ha giusto delle linee giuda, ma l'interpretazione finale può variare..
    Buone queste tue cocottine, non ho mai messo il pomodoro nelle alici in tortiera, e questa cosa mi incuriosisce molto.... :)

    RispondiElimina
  20. Ago qui dicono che è un piatto della tradizione napoletana, ma in fin dei conti credo sia un piatto delle regioni italiane che si affacciano sul mare e poi come dici tu ogni famiglia ha una sua ricetta, non ne esiste una soltanto ed ognuna ha il suo "sapore"
    io le assaggerei tutte :P
    brava! e buona settimana!

    RispondiElimina
  21. Questo tortino è delizioso nell'aspetto e sicuramente nel sapore!
    Ciao e piacere di conoscerti
    Fico&Uva

    RispondiElimina
  22. Ciao Ago cara! Che buona la tua ricetta per alici. Qui abbiamo le ricette vecchi che i genitori e parenti hanno portato da Italia. E noi, la giovantu` non volevamo sapere di questi piatti vecchi solo quelli nuovi, Austaliani. Adesso andiamo indietro per le ricetta che abbiamo lasciato anni fa. Abbiamo il meglio di le due vite -Italiana e Australiana.
    Io sto bene, e te?

    RispondiElimina
  23. Agostina non potevo non venire a trovarti nel tuo blog, complimenti è molto bello e molto chic, e il tortino di alici è una delle mie passioni anche se non sono calabrese, ma toscana, adoro le alici fatte in tutti i modi, buona giornata...;)

    RispondiElimina
  24. Io credo che esistano due tipi di tradizione. La prima, personale e familiare, come quella che dici tu. Ed e' indubbiamente predominante, per ciascuno di noi. Vive nei nostri ricordi, di questi si alimenta e attraverso questi, soprattutto, CI alimenta. Ma non sempre queste tradizioni sono corrette: viviamo in un'epoca strana: soprattutto quelli come te, molto giovani, corrono il rischio di vivere anche tradizioni "contaminate". Negli ultimi decenni, infatti, il mondo e' divenuto più vicino, grazie ai trasporti ma anche grazie alla maggiore conoscenza permessa da strumenti come la televisione. E le tradizioni, a volte, sono state contaminate da questo allargarsi del mondo. Anche in cucina. Allora il rischio c'e' di chiamare tradizionale piatti che non lo sono è molto presente: un esempio? la presenza di ingredienti come la mozzarella in piatti della tradizione calabrese (che è pure mia). Questi, sono si' piatti della tradizione familiare, ma non sicuramente della tradizione del territorio. Che è un altro tipo di tradizione, importante tanto quanto la prima, secondo me.
    Molto bella la tua tortiera, invitante. E assomiglia alla mia. Buona giornata. :)

    RispondiElimina
  25. Che bella presentazione! io non ci metto la salsa di pomodoro ma la voglio provare! grazie Agostina!

    RispondiElimina
  26. complimenti per la ricetta! Da provare subito!
    Visita il mio blog:
    Mennula.blogspot.com

    RispondiElimina
  27. ma che c'è dubbio? Ognuno con la sua straduzza di famigghia e più o meno a facemu uguale ma noi semu vicine di casa :D
    *
    Cla

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...