venerdì 18 luglio 2014

3
commenti

Tart ai piselli, valerianella ed erbette aromatiche #glutenfree




DSC_7634 torta salata piselli e valerianella gluten free


Ago guarda, non è una piantina di origano?, dice Emy mentre passeggiamo tra i banchi del mercato. Sa che basta poco per risvegliare la mia curiosità e soprattutto le erbette aromatiche riescono ad incuriosirmi prima di tutto il resto. In effetti si tratta proprio di una piantina di origano che, caso vuole, è anche una delle piantine che ricercavamo da un pò!
Colpo di fortuna, caso o quel che dir si voglia, anche quella piantina di origano è venuta a casa con noi.

Il profumo delle erbe aromatiche riesce sempre a conquistarmi: rosmarino, erba cipollina, prezzemolo, coriandolo, forse il timo è quello che preferisco fra tutte, ma non è detto... insomma, se potessi riempirei il mio orticello solo di queste splendide piantine che regalano ai cibi un gusto diverso ogni volta.

DSC_8012 erbette aromatiche della mia cucina

Con i piatti estivi vanno letteralmente a nozze secondo me e questo perchè in estate si tende perlopiù a cucinare piatti veloci, leggeri, di gusto e queste speciali erbette sono sicuramente l'elemento caratterizzante delle ricette di questo periodo.
Per esempio, non potrei immaginare le frittelle di fiori di zucca senza basilico e prezzemolo, così come la parmigiana di melanzane senza il basilico che la caratterizza tanto o la zucchina fritta senza la menta.... non sarebbero la stessa cosa!

Anche per la tart di cui vi parlo oggi le erbette aromatiche sono indispensabili.
È un insieme di sapori semplici e stuzzicanti che ho amato moltissimo: le mandorle, le nostre erbette e deliziose verdure. Potete utilizzarne anche di diverse da quelle che ho utilizzato io, in fondo ogni stagione ha le sue primizie, quindi basta solo un po' di fantasia ed il gioco è fatto!


DSC_7629 torta salata piselli valerianella DSC_7624 torta salata piselli valerinalla

Tart ai piselli, valerianella ed erbette aromatiche - gluten free

Ingredienti

per il guscio
  • 280 gr di farina di mandorle
  • 50 gr di burro chiarificato
  • 1 uovo piccolo codice 0
  • 5 gr di sale integrale

Per il ripieno
  • 300 gr di ricotta
  • un rametto di timo + qualche fogliolina di timo limone
  • 2 foglioline di menta
  • un mazzetto di erba cipollina
  • qualche fogliolina di origano fresco
  • 5 foglioline di basilico
  • un rametto di prezzemolo
  • sale e pepe, q.b.
  • un filo d'olio d'oliva
  • 1 mazzetto di valerianella
  • 400 gr di piselli freschi
  • 1 spicchio di aglio
  • olio d'oliva buono

Preparazione

Il guscio

In una terrina, versate a fontana la farina di mandorle ed unite il burro chiarificato, l'uovo ed il sale.
Impastate fino ad ottenere un panetto morbido e ben compatto, quindi rivestite una teglia da crostata precedentemente imburrata ed infarinata. Ponete in freezer per 30 minuti.

Il ripieno

In una terrina, ponete la ricotta, aggiungete il sale, un filo di olio e tutte le erbette aromatiche tritate. Lavorate il tutto con una forchetta, fino a renderlo abbastanza liscio e ben amalgamato. Assaggiate e salate ulteriormente, se necessario.
Ponete da parte.
Sbucciate i piselli, poneteli in una terrina e sciacquateli sotto l'acqua corrente. Riempite una pentola con dell'acqua, portatela a bollore e sbollentateli in acqua leggermente salata per 10 minuti.
Scolateli.
Versate un filo d'olio in un pentolino e ponetevi lo spicchio di aglio sbucciato, facendolo dorare a fuoco basso. Fate saltare i piselli per qualche minuto. Salate e ponete da parte.
Sciacquate bene la valerianella e ponete d parte.

Infornate il guscio della tart a 180° per 20 minuti. avendo cura di porre sul fondo della carta forno con dei legumi, in modo da evitare che si rialzi in cottura.

Una volta sfornato, lasciatelo raffreddare ed infine riempitelo con il composto di ricotta, disponete sopra la valerianella asciugata con un canovaccio ed i piselli saltati. Rifinite con qualche fogliolina di timo.
Servite fredda.

Nota

Uso molto spesso questa base alle mandorle, anche per altri tipi di torte salate, rimane piuttosto morbida e gustosa, ma potete sostituirla con una normalissima brisée, il risultato sarà ottimo ugualmente!


Read More...

lunedì 7 luglio 2014

3
commenti

Palamita alla mediterranea




DSC_7033 palamita 

Sono in una fase totally natural, tanto che ho la dispensa stracolma solo di verdure e cibi salutari.
In effetti, non è proprio stranissimo...di solito cerco di mangiare in maniera semplice, senza troppi fronzoli, anche se la mia golosità mi frega la maggior parte delle volte -_-.
I cibi semplici però vincono alla grande nella mia quotidinaità e soprattutto la dieta mediterranea.
Mi piace molto: utilizzare legumi, verdure, ortaggi di stagione, pasta, cereali, frutta, zuccheri grezzi. È divertente creare qualcosa di buono con semplici ingredienti, in più metteteci la velocità di azione che non è mai da sottovalutare!

Prendiamo il pesce: c'è qualcosa di più veloce e soddisfacente da cucinare? Mi sembra di no :-D
Pensateci, tempo di preparare gli ingredienti che già il più è fatto. La cottura del pesce di solito è piuttosto breve, in media non va oltre i 20 minuti.

Quindi oggi si va di pesce che è lunedì, una giornata già di per sè complicata, ed abbiamo tante cose da sbrigare ^_^
La Palamita non è un pesce nuovo da queste parti, ve ne avevo già parlato nella ricetta di questi meravigliosi spaghetti alla chitarra.
È un pesce che adoro, un tonnetto dal sapore delicatissimo che non vuole ingredienti costosi, ma piuttosto semplici ed economici, come in questo caso.
Provatelo e vi sentirete trasportare dalla brezza marina, a prendere il sole sul ponte di una barca. Profumo di mare, il sole che ti accarezza la pelle, un bel trancetto di palamita nel piatto...Che altro? :-D


DSC_7039 palamita

Palamita alla Mediterranea


Ingredienti
per 4 persone
  • 8 tranci di Palamita di media grandezza, altezza 1.5 cm
  • 300 gr di pomodorini pachino
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • Olive nere essiccate
  • prezzemolo
  • Olio extravergine d'oliva
  • sale integrale

Preparazione

Pulite la cipolla, sciacquatela ed affettatela sottilmente. 

Lavate bene il pesce.
Versate un filo d'olio nella pentola e ponetevi dentro anche la cipolla. Fate soffriggere a fiamma medio-bassa ed appena diviene dorata, aggiungete il pesce. Fatelo dorare leggermente da entrambe le parti.
Nel frattempo lavate i pomodorini e tagliateli a cubetti. Aggiungeteli al pesce. Fate cuocere per 20 minuti e gli ultimi 5 minuti aggiungete anche una manciata abbondante di olive nere.
Condite infine con prezzemolo, peperoncino a piacere (opzionale) ed un filino di olio d'oliva. 

In foto: casseruola rotonda da 26 cm Le Creuset 

Read More...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...