Torta alle nocciole meringata… e sono 7!

venerdì, aprile 17th, 2015

DSC_0261 torta alla nocciola meringata
Un pomeriggio di 7 anni fa, (l’11 aprile 2008), ero seduta al mio vecchio PC e decisi di aprire un blog. All’epoca di blog ce n’erano pochissimi in confronto ad oggi e per me era solo un posto dove poter scrivere e catalogare le mie ricette. E poi c’era il titolo da dargli…beh, credetemi, lì ci ho pensato un po’ e poi decisi di chiamarlo “Pane, burro e marmellata” perchè mi sembrava la merenda più semplice possibile e poi perchè mi ricordava il mio primo viaggio all’estero! Si trattava di uno scambio culturale con una scuola francese di Dole dove conobbi la mia amica Natacha e la sua famiglia. In quei giorni, ci fu anche una tappa di alcuni giorni a Parigi. L’Auberge de Jeunesse era affollatissimo e la colazione classica era un bel pezzo di baguette spalmato di abbondante confettura di albicocche…credetemi, non ho amato mai tanto pane, burro e marmellata come in quei freddissimi (e bellissimi) giorni!

Sinceramente, in tutti questi anni questo blog è stato un amico, un quaderno dove scrivere ricette ed appunti ed anche una sottospecie di diario nel raccontare le avventure in giro! In un certo senso, è qualcosa di profondamente mio che mi rispecchia al 100%. Infatti è cambiato con me ed ha avuto i suoi alti e bassi, momenti di felicità e momenti un po’ così; è il mio, diciamo, “personale spazio di comunicazione” in cui parlo della mia passione più grande, la cucina.

E per festeggiare il suo/nostro compleanno :-D cosa c’è di meglio di una bella torta? Mi son dimenticata la candelina, ma poco importa, questo dolce è tutto per lui ed anche per voi che mi leggete e seguite! :-D

DSC_0300 torta meringata alla nocciola

Torta alle nocciole meringata
 
Un guscio di pasta frolla che racchiude un cremoso alla nocciola, sormontato da una spumosa meringa...un dessert delicatissimo e delizioso!
Autore:
Tipo di ricetta: Dessert
Cucina: Italiana
Porzioni: 8
Ingredienti
Per la pasta frolla
  • 400 gr di farina
  • 200 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente
  • 160 gr di zucchero a velo
  • 4 tuorli d’uovo
  • un pizzico di sale integrale

Per il cremoso alla nocciola
da una ricetta di M. Santin
  • 350 g di crema inglese
  • 50 g di panna montata
  • 5 g di colla di pesce in fogli
  • 80 g di pasta di nocciole

Per la crema inglese
  • 250 g di latte
  • 100 g di zucchero semolato
  • 4 tuorli
  • ½ baccello di vaniglia

Per la meringa all'italiana
  • 150 g di zucchero
  • 100 g di albumi
  • 60 ml di acqua
Preparazione
  1. La pasta frolla

  2. fai una fontana con la farina, sulla spianatoia e poni al centro il zucchero, burro, il sale e le uova. Impasta il tutto fino ad ottenere un composto ben amalgamato. ricopri il panetto con pellicola alimentare e poni in frigo dalle 2 alle 12 ore prima di utilizzarla.
  3. Spianala con un mattarello dell'altezza di 4 mm.
  4. Imburra una teglia del diametro di 24 cm e rivestila di pasta frolla bucherellata. poni sopra un foglio di carta forno con i pesetti da forno o legumi ed inforna a 180° per 15 minuti circa o fino a che il fondo non risulti ben dorato.
  5. Sforna e lascia raffreddare.

  6. La crema inglese

  7. In un pentolino, unisci lo zucchero alle uova e lavora con un leccapentole.
  8. Schiaccia la bacca di vaniglia con la punta di un coltello ed incidila per il verso della lunghezza. Estrai i semini di metà bacca ed uniscili ai tuorli.
  9. Versa il latte in un pentolino e portalo a bollore. Uniscilo al composto di tuorli e zucchero e poni il tutto sul gas fino a che il dorso del cucchiaio non si velerà. dovrà raggiungere la temperatura di 84° e sarà pronta - non deve bollire-.

  10. Il cremoso alla nocciola

  11. Fai ammorbidire la gelatina in acqua fredda per circa 10 minuti. Strizzala ed uniscila alla crema inglese calda. A parte monta la panna.
  12. Quando la crema inglese è a temperatura ambiente, incorpora la pasta di nocciole e la panna montata. Copri con pellicola alimentare e conserva in frigo.
  13. - io l'ho preparato il giorno prima -

  14. La meringa all'italiana
  15. Fai sciogliere in un pentolino lo zucchero con l'acqua e portali alla temepratura di 121°. Verfiica con un termometro digitale, oppure immergi la punta di un coltello prima nello sciroppo in ebollizione e poi in una bacinella con dell'acqua fredda. Se si forma una piccola palla di zucchero, lo sciroppo è pronto.
  16. Nel frattempo, fai montare gli albumi a bassa velocità ed appena sono montati, versa a filo lo zucchero. Un a volta incorporato tutto lo sciroppo, aumentare la velocità fino a completo raffreddamento.

  17. Assemblaggio

  18. Poni il guscio di folla dul piatto da portata. Riempilo con il cremoso alla nocciola e ricopri il tutto con ciuffetti di meringa all'italiana.
  19. infine, fiammeggiala con un cannello da pasticceria.
  20. In mancanza di quest'ultimo, puoi anche creare il guscio di meringa (da 24 cm) su un foglio di carta forno. lo fai imbrunire in forno ed appena cotto, lo estrai e lo poni sulla crostata.

 

 



La Pastiera napoletana

venerdì, aprile 10th, 2015

DSC_0297 pastiera-2
La pastiera è uno dei dolci pasquali che più amo e, anche se Pasqua è ormai passata per quest’anno, ho pensato di pubblicare ugualmente la ricetta di come la si fa in casa mia, più che altro perchè molti lettori mi hanno chiesto come mai non ne avessi mai pubblicato una! Ecco qui quindi una delle ricette che preferisco: dovete infatti considerare che c’è chi mette la crema pasticcera e chi no… io la preferisco con, ma qui credo che entri in gioco il gusto di ognuno, come anche quella che è la ricetta tradizionale. Ecco, parlando proprio di quest’ultima, non prevede l’inserimento della crema pasticcera, che è una variante, come anche prevede l’utilizzo del grano cotto, mentre oggi potete trovare pastiere fatte con il riso o anche con orzo o farro. Insomma, uscendo un attimino fuori dal territorio minato della tradizione :-D ce n’è per tutti i gusti!

La ricetta che faceva mia mamma, prevedeva la crema pasticcera ed anche io l’ho fatta sempre così. Qualche anno fa, ho provato a farla senza e sinceramente non ho trovato molte differenze nel sapore, quindi sia con la crema che senza, la pastiera rimane un dolce incredibilmente buono! ^_^

 

DSC_0323 pastiere

La Pastiera napoletana
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
La Pastiera è un delizioso dolce del periodo di Pasqua costituito da un guscio di pastafrolla che raccoglie un particolare ripieno di ricotta.
Autore:
Tipo di ricetta: Dessert
Cucina: Italiana
Porzioni: 6
Ingredienti
la pasta frolla
  • 1/ kg di farina bianca
  • 250 g di zucchero
  • 250 g burro
  • 4 uova
  • la scorza grattugiata di mezzo limone
La crema di grano cotto
  • 400 g di grano cotto
  • 150 ml di latte
  • 1 cucchiaio di burro
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • la scorza grattugiata di un'arancia
la crema per il ripieno
  • 250 g di crema pasticcera
  • 250 g di ricotta di pecora
  • 100 g di frutta candita a cubetti tra arancia e cedro
  • cannella
  • 1 fialetta di acqua di fior d'arancio
  • crema di grano cotto (vedi sopra)
Preparazione
La crema di grano cotto

  1. Versa il grano cotto in una casseruola ed unisci il latte, il burro e la scorza grattugiata dell'arancia. Lascia cuocere per circa 10 minuti.
Il ripieno

  1. Setaccia la ricotta (eventualmente, se è il caso, lavorala con un paio di cucchiai di zucchero) ed uniscila alla crema pasticcera. Aromatizza con la cannella (abbondante) e l'acqua di fiori d'arancio. Unisci la frutta candita ridotta a cubetti sottili.
  2. - Se possibile, il ripieno va preparato qualche giorno prima, in modo che tutti i sapori si assemblino -.
La pasta frolla
  1. Lascia ammorbidire il burro a pezzi, a temperatura ambiente.
  2. Aggiungi lo zucchero e la buccia degli agrumi. Inizia ad impastare ed unisci la scorza del limone. Unisci le uova ed infine la farina. Impasta fino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto. Ponilo in frigo a riposare pre almeno 30 minuti, avvolto con pellicola alimentare.
  3. Passato questo lasso di tempo, stendi la pasta con il mattarello sul piano infarinato.
  4. Rivesti uno stampo da 24 cm ben imburrato ed infarinato.
  5. Versa all'interno la crema e rifinisci con delle striscioline di pasta frolla.
  6. Inforna a 180° per 45 - 50 minuti.
  7. Servi fredda, spolverizzata di zucchero a velo
Note
La pastiera va prepata possibilmente qualche giorno prima di Pasqua ed è ottima per diversi giorni.

DSC_0336 pastiera fetta



Quiche ai carciofi ripieni e ricotta di capra

mercoledì, aprile 1st, 2015

 

DSC_0260 torta salata-2

Torta salata o Quiche per me significano scampagnate, pic-nic, gite all’aria aperta…

Quindi, vuoi non preparare qualcosa del genere per il pranzo di Pasquetta? Ovviamente sì! :-D

Deliri della sottoscritta a parte :-D e sperando che quest’anno il clima previsto per lunedì sia magnanimo, sarebbe anche il caso di pensare a cosa mettere nel sacchetto da portarsi dietro, non vi pare?

Io quest’anno avevo voglia di…carciofi…ma anche di asparagi in verità, poi a causa della mancanza della materia prima, la scelta è ricaduta solo sui primi, ma ci ho infilato comunque qualche funghetto dentro, giusto per compensare la mancanza degli amati (e non trovati) asparagi :-/ Piuttosto, lo sapevate che un tempo questi ultimi erano soprannominati Il cibo del Re? Per me è stata una simpatica scoperta, ma magari ve ne parlo la prossima volta, appena li reperisco :-D

Tornando alla Quiche per lunedì di Pasquetta, si tratta di un’idea iniziale che si è evoluta e stravolta strada facendo e non mi è dispiaciuto affatto aggiungere o togliere ingredienti, visto che il risultato finale non era niente male!

Vi lascio la ricetta così potete provarla anche voi e magari migliorarla! Fatemi sapere cosa ve ne pare e come si potrebbe variare! :-D

DSC_0259 torta salata part

Quiche ai carciofi ripieni e ricotta di capra
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Una Quiche ai carciofi ripieni, ricotta di capra e champignons molto gustosa e particolare. ideale per picnic e gite fuoriporta
Autore:
Tipo di ricetta: torte salate
Cucina: italiana
Porzioni: 4 persone
Ingredienti
Per la pasta brisée
  • 200 g di farina
  • 100 g di burro
  • 1 cucchiaio di acqua fredda
  • 3 g di sale
Per i carciofi ripieni
  • 3 - 4 cuori di carciofo
  • Una bella manciata di pangrattato
  • 50 g di Emmenthaler
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • olio di oliva extravergine
  • sale q.b.
Per la crema
  • 4 uova
  • 300 g di panna fresca
  • 100 g di ricotta di capra
  • 6 champignons puliti ed affettati
Preparazione
  1. Lava bene i cuori di carciofo e taglia le cime. Ponili in una pentola adatta per cottura al vapore contenente un bicchiere di acqua. Incoperchia e lascia cuocere 10 minuti dal raggiungimento degli 80°. Una volta cotti, poni da parte e lascia raffreddare.
  2. Prepara il ripieno unendo tutti gli ingredienti, bagna il pangrattato con un filo di olio d'oliva ed un pochino di acqua, in modo da ottenere una mollica abbastanza umida. Appena i carciofi sono abbastanza freddi, farciscili con questo composto.

  3. Prepara la pasta Brisée
  4. Unisci tutti gli ingredienti ed impasta fino ad ottenere un composto omogeneo. Rivesti con pellicola trasparente e lascia riposare in frigo per 30 minuti.

  5. Prepara la crema
  6. Sbatti le uova in una pentola, aggiungi la panna ed il sale e cuoci a fuoco medio-basso, fino ad ottenere la consistenza di una crema inglese. Una volta pronta, lascia intiepidire ed unisci la ricotta a pezzetti ed i funghi.

  7. Assemblaggio
  8. Imburra ed infarina la tortiera.
  9. Spiana con un mattarello la pasta e disponila all'interno della tortiera.
  10. Versa la crema e poni al centro i carciofi ripieni. Versa un cucchiaio di crema su ognuno di essi e spolverizzali con del parmigiano grattugiato.
  11. Con la pasta che avanza, crea un bordo decorativo. Io ho fatto delle piccole foglioline, ma ci si può sbizzarrire.
  12. Inforna a 190° per 45 minuti.
  13. Sarà cotta quando la crema avrà assunto un colore leggermente dorato e non avrà più un aspetto liquido.
  14. Servire tiepida.

 



Babka con coniglietto di Pasqua a sorpresa!

lunedì, marzo 30th, 2015

DSC_0307 babka coniglio-2
Pasqua è una festa ricordata in tutto il Mondo con diverse tradizioni, soprattutto culinarie. Mentre l’ultima volta vi ho portato nei Paesi Anglosassoni con gli Hot Cross Buns, oggi diamo uno sguardo alle tradizioni dell’Europa dell’Est ed andiamo in Polonia.

Qui il dolce tipico delle festività pasquali è il Babka. Si tratta di un dolce particolare che potete trovare sotto forme e consistenze diverse: spesse volte lo si trova attorcigliato come una morbida brioche, ma quello che vi mostro oggi è invece costituito da un morbidissimo impasto montato… un po’ come una Torta Paradiso.

Babka in polacco vuol dire “nonna” ed infatti, assaggiando questo impasto, sembra proprio di addentare la classica torta cucinata  dalla nonna, semplice e deliziosa!

Ho trovato la ricetta proprio su un bel blog polacco e mi ha affascinato moltissimo… il perchè è semplice: Pasqua è la festa della sorpresa ed anche questo dolce ne cela una che piacerà moltissimo ai bambini. Tra una fetta e l’altra sono nascosti tanti piccoli coniglietti!

Insomma, difficoltà bassissima per un dolce carinissimo. Provatelo e fate felici i vostri piccoli per la colazione di Pasqua! :-D

DSC_0309 babka part 2

Babka con coniglietto di Pasqua a sorpresa!
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Il Babka è il dolce pasquale tradizionale polacco. Delicato e delizioso.
Autore:
Tipo di ricetta: dolci
Cucina: polacca
Porzioni: 6
Ingredienti
  • Per l'impasto al cacao
  • 200 g di burro
  • 200 g di zucchero
  • 4 uova
  • 250 g di farina
  • 50 g di cacao
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere per dolci
  • 2 cucchiai di latte
Per l'impasto alla vaniglia
  • 200 g di burro
  • 200 g di zucchero
  • 4 uova
  • 250 g di farina
  • 50 g di amido di mais
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere
  • 2 cucchiai di latte
Per la glassa
  • 120 g di zucchero a velo
  • 3 cucchiai di acqua bollente
  • qualche goccia di limone
Preparazione
  1. L'impasto al cacao
  2. Monta a crema il burro con lo zucchero. Unisci le uova uno alla volta, fino a completo assorbimento.
  3. A parte, unisci le polveri e, appena hai incorporato tutte le uova, unisci le polveri setacciate, mescolando a mano. Versa anche i due cucchiai di latte.
  4. Preriscalda il forno a 160°.
  5. Versa il composto ottenuto in uno stampo rettangolare 22,7 per 7 cm, imburrato ed infarinato.
  6. Inforna per 40 minuti, circa.
  7. Appena freddo, taglialo a fette e ricava da esse le forme desiderate, utilizzando il tagliapasta che preferisci ( io ho ricavato dei coniglietti, ma la forma è a tua discrezione).
  8. L'impasto alla vaniglia
  9. Monta il burro ammorbidito con lo zucchero. Unisci le uova uno alla volta, fino a completo assorbimento. Setaccia le polveri ed uniscile al composto. Diluisci con il latte.
  10. La teglia di cui hai bisogno è, anche in questo caso, 22,7 per 7 cm.
  11. Imburra ed infarina lo stampo. Versa 2 cucchiai di impasto sul fondo e disponi in fila indiana,al centro, i coniglietti, posizionati in verticale, appoggiati sulle zampine.
  12. Con l'aiuto di un sac-à-poche, distribuisce il resto dell'impasto chiaro sia ai lati che sopra la striscia di coniglietti.
  13. Livella il composto ed inforna in forno preriscaldato a 160° per 40 - 50 minuti.
  14. Sforna e lascia raffreddare.
  15. La glassa
  16. Versa in un piatto lo zucchero a velo ed unisci l'acqua ed il limone, mescolando lentamente, fino ad ottenere una consistenza cremosa.
  17. Appena la torta è fredda, ricopri la sua superficie con la glassa ottenuta.

Nota

Per la foto del coniglietto tagliapasta scattata durante la produzione, dai un’occhiata su Instagram!



Mi chiamo Agostina e vi do il benvenuto su Pane, burro e marmellata, un blog che parla di cibo, di fotografia di ingredienti semplici e ricette per gustarli al meglio...Continua

Iscriviti alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere sempre aggiornato sulle ultime novità!

* = campo obbligatorio

Translate


Use the translator to read this page in your language

LET’S CONNECT

la mia fanpage



INSTAGRAM FEED

Ultimi assaggi dalla cucina

Torta alle nocciole meringata... e sono 7!

Torta alle nocciole meringata... e sono 7!

Un pomeriggio di 7 anni fa, (l'11 aprile 2008), ero seduta al mio vecchio PC e decisi di aprire un b[...]
La Pastiera napoletana

La Pastiera napoletana

La pastiera è uno dei dolci pasquali che più amo e, anche se Pasqua è ormai passata per quest'anno, [...]
Quiche ai carciofi ripieni e ricotta di capra

Quiche ai carciofi ripieni e ricotta di capra

  Torta salata o Quiche per me significano scampagnate, pic-nic, gite all'aria aperta... Q[...]
Babka con coniglietto di Pasqua a sorpresa!

Babka con coniglietto di Pasqua a sorpresa!

Pasqua è una festa ricordata in tutto il Mondo con diverse tradizioni, soprattutto culinarie. Mentre[...]
Hot cross buns, i panini di Pasqua senza lattosio

Hot cross buns, i panini di Pasqua senza lattosio

Pasqua è ormai alle porte e le tradizioni gastronomiche intorno a questa festività sono veramente mo[...]

Ultimi commenti

AWARDS

dmblgit_blue oct 2012

In cucina con loro

Cerchi qualcosa?