giovedì 16 dicembre 2010

19
commenti

Dolmades, Dolma, Wara Einab, دوُلما ......




dolmades

Scroll down for English version

....o, semplicemente, Involtini di foglie di vite :-D
Tantissimi nomi insomma, per definire la stessa cosa, gli involtini di foglie di vite appunto, che possono essere ripieni di carne, riso, a volte anche pesce.

Perchè tanti nomi? Perchè questo è un cibo che fa parte di un pò tutte le culture del bacino del Mediterraneo, non solo quella greca o turca come spesso si crede e direi anche non solo del bacino suddetto...abbraccia un pò tutto quello che era il territorio del ricchissimo Impero d'Oriente, quindi una superficie vastissima.
Non è affascinante pensare che una ricetta riguardi così tanti territori? :-)

Era da moltissimo tempo che volevo cucinarli e giusto un mese fa, mi misi in testa che Dovevo provare a farli prima che tutte le foglie di vite cadessero!
Fatto sta che la prima raccolta di foglie di vite andò male a causa della mia mancanza di tempo e quindi divennero tutte secche...la seconda raccolta, invece, fu davvero molto proficua, specialmente dopo un colloquio diretto con il proprietario della vite in questione...:-D
Davvero garbatissimo, pensate che dopo avergli spiegato perchè mi servivano, mi diede carta bianca..."Raccogli tutte le foglie che vuoi, tanto a me non servono...^_^"
Fatto sta che me ne tornai a casa con un bellissimo raccolto e la convinzione che stavolta le avrei utilizzate per qualcosa di buono...
Comunque questi involtini possono essere riprodotti anche in periodi in cui le foglie di vite non si trovano verdi....adesso potete trovare anche quelle nei banchi dei supermercati più forniti!

Sono un ottimo antipasto e possono essere servite anche come finger food in un aperitivo, faranno sicuramente la loro bella figura!

dolmades e vite


Involtini di foglie di vite {Dolmades}
mio adattamento da "il nuovo libro del cibo mediorientale" di Claudia Roden
-repertorio della Daring kitchen
-

Ingredienti
per 6 persone

  • 24-30 foglie di vite*
  • 250 gr di riso
  • 1 pomodoro pelato a pezzetti
  • 1 cipolla finemente tritata
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 2 cucchiai di menta tritata
  • 1/4 di cucchiaino di cannella
  • 1/4 di cucchiaino di curry thay verde
  • 2 pomodori da affettare sottilmente
  • 3 spicchi d'aglio
  • Olive di Gaeta Ortocori
  • 160 ml di olio di oliva
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • il succo di un limone
  • sale e pepe q.b.

Sbollentare le foglie di vite in pochissima acqua, fino a che non diventano di un bel colore brillante.
Versare dell'acqua bollente sul riso.
Mescolare bene e risciacquare con dell'acqua fredda. Lasciare scolare
Unire al riso: il pomodoro, la cipolla, il prezzemolo, la menta, la cannella ed il curry.
Sale e pepe a gusto.
Disporre le foglie su una superficie piana con il lato della vena verso su.
Mettere 2 cucchiai di ripieno su ogni foglia (fig.1), vicino all'attaccatura del gambo.
Rollare le foglie dal bordo dello stelo(fig.2).
Piegare i lati verso il centro e creare l'involtino (fig. 3-4-5-6).
Ripetere fino ad esaurimento degli ingredienti.
Porre le foglie farcite in una teglia, ben allineate ed intermezzate da grandi e sottili fette di pomodoro, le olive di Gaeta e gli spicchi d'aglio sottilmente affettati. (fig.7)
Disporre gli involtini come da foto, per evitare lo srotolamento in cottura.
Miscelare insieme l'olio d'oliva, 160 ml d'acqua, lo zucchero ed il succo del limone.
Versare il miscuglio sopra gli involtini e far cuocere per circa un'ora, aggiungendo di tanto in tanto dell'acqua.

Far raffreddare in pentola.

Nota

*Le foglie di vite sono vendute già pronte per l'uso nei supermercati più forniti.
Per quanto riguarda l'aglio, non crediate sia troppo. Va messo solo per dare un pò più di sapore al tutto, ma non si sente per niente ;-)

dolmades passo passo


Con questa ricetta, vorrei partecipare al contest di Simonetta del blog Glu.fri cosas sin gluten ed il mio Menù senza glutine (e lattosio) è quindi composto da:


dolmadesAntipasto - Involtini di foglie di vite

involtino capone e patate paglia1 Portata principale - Involtino di pesce Capone con radicchio e pinoli con contorno di Patate Paglia
{sostituzione del pangrattato classico con quello di mais consentito. Per quanto riguarda il parmigiano, utilizzare quello stagionato a 30 mesi}

pavlova al cioccolato con mousse al cioccolato senza lattosio Dessert: Pavlova al cioccolato, farcita di chocolate chantilly, mirtilli e lamponi


*************************************


English Version

Wara Einab or Dolma/Cold Stuffed Grape Leaves

Daring Cooks October Challenge - recipe adapted from Claudia Roden's The New Book of Middle Eastern Food

Yield: 6 to 8 servings

Ingredients

  • 24 – 30 preserved or fresh grape leaves.
  • 240 gr long grain rice
  • 1 tomato, peeled and chopped
  • 1 large onion, finely chopped
  • 2 tablespoons finely chopped flat leaf parsley
  • 2 tablespoons crushed dried mint
  • ¼ teaspoon ground cinnamon
  • ¼ teaspoon (1¼ ml) (1½ gm) ground allspice
  • 1 teaspoon curry thay
  • Gaeta Olives Ortocori
  • 2 tomatoes, sliced
  • 3 cloves garlic
  • 160 ml extra-virgin olive oil
  • 1 teaspoon sugar
  • Juice of 1 lemon or more
  • Salt and pepper


Notes:

If using grape leaves preserved in brine, to remove salt put them in a bowl and pour boiling water over them. Make sure that the water penetrates well between the layers, and leave them soaking for about twenty minutes, then change the water a time or two using fresh cold water.

If using fresh leaves, plunge a few at a time in boiling water for a few seconds only, until they become limp, and lift them out.

Directions:

1.Pour boiling water over the rice and stir well, then rinse with cold water and let drain.

2.Mix the rice with the chopped tomatoes, onion or scallion, parsley, mint, cinnamon, allspice, dill, salt and pepper to taste.

3.Place a grape leaf on a flat surface, vein side up.

4.Place about two teaspoons (fig 1) of the filling in the center of the leaf, near the stem edge.

5.Roll the leaf end to end, starting from the stem edge (fig. 2). As you roll, fold the sides of the leaf in toward the center. The leaf should resemble a small cigar, about 2 to 2 1/2 inches long (fig. 3-4-5-6).

6.Repeat with the remaining leaves and filling.

a.(You can freeze the stuffed grape leaves at this point. Just line a baking sheet with wax paper. When firmly frozen, transfer to an airtight plastic bag place back in the freezer.)

7.Pack the stuffed leaves tightly in a large pan lined with tomato slices or imperfect grape leaves Place a whole garlic clove in between them for extra flavor and the
Ortocori Gaeta olives. The tightness will help prevent the rolls from unraveling.

8.Mix together olive oil, 2/3 cup (160 ml) water, sugar and lemon juice and pour over the stuffed leaves. Put a small heat proof plate on top of the leaves to prevent them from unwinding, cover the pan and simmer very gently for about 1 hour, until the rolls are thoroughly cooked, adding water occasionally, a cup at a time, as the liquid in the pan becomes absorbed. Cool in the pan before turning out. Serve cold.

19 commenti:

  1. Invitante nella sua eleganza e semplicità,passare da te è come scoprire un nuovo mondo in cucina.
    Perfetto! grazie!
    Monica

    RispondiElimina
  2. Ciao Ago, questi involtini li fa una amica di mia mamma che é siriana! sono buonissimi, uhmm buon weekend!

    RispondiElimina
  3. Li ho assaggiati più di 20 anni fa in Grecia e non mi piacquero... dovrei ritentare con la tua ricetta, forse sarò più fortunata!

    RispondiElimina
  4. bellissimo il blog....se ti va di seguire il mio blog di cucina internazionale ne sarei lieta

    www.internationalfoodbyelena.blogspot.com

    RispondiElimina
  5. Ago un piacere conoscerti!! Bellissimo post, bellissima ricetta ...emozionatissima per questo regalo che mi hai lasciato grazie grazie grazie e a prestissimo !!

    RispondiElimina
  6. arrivo nel tuo blog per la prima volta
    mi darò da fare per trovare le foglie di vite allora!
    ricetta splendida

    grazie

    Vale

    RispondiElimina
  7. Ohh si, questo piatto io conosco benissimo!! Da noi la chiamano Dolma, è un piato caucasico ma è in realta non si sa da dove venuto.
    Complimenti, Agostina!
    Bacione

    RispondiElimina
  8. Puoi immaginare che sorpresa per me il giorno che fui invitata ad uan tipica cena russa e li trovai nel menu? E vedo che Oxana conferma.
    Piace anche a me, il mondo unito dalle ricette :-)

    RispondiElimina
  9. @letrecivette: Grazie Monica, anche per quello che pensi della mia cucina :-D

    RispondiElimina
  10. @colores: Sai, credo che ognuno faccia una variante diversa...non ne sono sicura, ma credo che sia così...Questa ricetta riprende proprio quella mediorientale, quindi Sia, Libano, ecc. ed il risultato è davvero buono, quindi ci credo che siano buonissimi quelli siriani :-D

    RispondiElimina
  11. @fantasie: Stefy è successa la stessa cosa a me con la Moussaka. In Grecia ho assaggiato un timballo di pasta, che loro chiamavano sempre moussaka, ma che non mi era piaciuto per niente, poi qualche anno fa, sentendo parlare della bontà della moussaka ho iniziato ad informarmi su cosa fosse e provai a farla!
    Allora scoprii che non era proprio un timballo di pasta, ma qualcosa di molto più buono :-D
    Per quanto riguarda questi involtini, io non li avevo mai assaggiati, ma li ho provati perchè mi incuriosivano molto...la variante con la carne non mi entusiasmava molto, ma questa con il riso sì, a dire la verità, ed in effetti, mi sono piaciuti proprio, quindi provali, magari non ti piaceranno lo stesso :-D, ma chissà...:-)

    RispondiElimina
  12. @Glu.fri cosas varias sin gluten: Piacere mio cara Simonetta!!! :-D
    Sono davvero felice che ti sia piaciuta, l'idea di creare un menù è stata bellissima, come ti ho detto, sarà molto utile la tua raccolta! :-D

    RispondiElimina
  13. @Oxana: E come sono fatti da te, Oxana? Sempre così, o ci sono ingredienti diversi? Questo è il bello della cucina, quando scopri piatti di questo tipo vedi che il Mondo è eterogeneo, ma anche molto simile :-D

    RispondiElimina
  14. @arabafelice: immagino, immagino Stefy! :-D Prima di fare le dovute ricerche per questa ricetta, pensavo anch'io che fosse un piatto greco ed invece ho scoperto che non era proprio così...:-D
    L'interessante sarebbe vedere se ci sono differenze nei ripieni, negli ingredienti utilizzati, nelle spezie, perchè sicuramente non sarà la stessa ricetta per tutti! :-D

    RispondiElimina
  15. @Elena Romano: Gazie Elena, verrò a trovarti di sicuro molto presto! :-D

    @Max, @ValeTork: grazie mille sono felice vi piacciano questi involtinetti :-D
    Vale se non trovi le foglie di vite, puoi sempre sostituirle con le foglie della verza, sono sicuramente più reperibili in questo periodo ;-)

    RispondiElimina
  16. wow bellissimi questi involtini di foglie di vite... e tutto il menù che prioporni é bellissimo! Buon fine settimana! Giorgia & Cyril

    RispondiElimina
  17. @C&G: Ciao ragazzi! :-D Anche a me sono piaciuti tanto e, per il menù, ho pensato a cosa avrei potuto offrire ad una mia cara amica celiaca, appunto, e credo che le sarebbe piaciuta una cenetta così :-D
    Tanti bacioni e buon fine settimana anche a voi! :-D

    RispondiElimina
  18. il mio occhio è caduto sui dolmades.
    bel blog. complimenti!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...