martedì 6 dicembre 2011

13
commenti

Anolini Ripieni di Spinaci e Ricotta: un Classico dei Ricordi




anolini ricotta e spinaci1
[Cocotte rossa, sullo sfondo le Creuset]
                                               [Stampo con espulsore Cook with Love ]

Giusto per riprendere il filone delle prossime Feste, ho pensato di darvi qualche idea anche per comporre i menù di quei giorni così intensi, quindi non solo regalini che faranno felici i vostri amici e chi vi sta più a cuore, ma anche qualcosa che vi possa davvero aiutare.
Ve lo dico sinceramente, per me la composizione di un menù è una cosa seria, più che altro perchè si devono azzeccare un pò i gusti di tutti e cercare di fare quindi qualcosa che piaccia, senza esagerazioni. Mi piace molto variare e proporre piatti innovativi, ma fino ad oggi, posso dire con certezza assoluta che i miei commensali sono stati più felici con i piatti che hanno dato loro il senso di famiglia, quei piatti corposi e "confortevoli" che trasmettono Amore.

La pasta fatta in casa già di per sè, è un pensiero d'amore verso i propri ospiti ed è per questo che io la propongo praticamente sempre nelle varie ricorrenze, cha siano compleanni, feste comandate o anche qualche volta durante il pranzo della domenica.
La pasta ripiena, soprattutto, è qualcosa che mi diverte particolarmente: varie forme, vari ripieni, un modo sempre nuovo di creare un piatto.

Il ripieno ricotta e spinaci o spinaci e ricotta, nel mio caso, visto che ho preferito aumentare il quantitativo dei primi in rapporto alla seconda è un classico e con poco si riesce davvero a creare un piatto da leccarsi i baffi, specialmente se lo condite con un buon ragù alla bolognese :-D

anolini part

Anolini ripieni di spinaci e ricotta

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta

400 gr di farina 00
4 uova

Per il ripieno

600 gr di spinaci lessati
200 gr di ricotta di mucca
100 gr di parmigiano grattugiato
1 uovo
Noce moscata da grattugiare
sale q.b.


Porre gli spinaci lessati in una padellina in cui avremo fatto riscaldare un cucchiaio di olio di oliva. Farli asciugare completamente del loro liquido di cottura, riporre in una terrina e far raffreddare.

*E' consigliabile fare quest'operazione il giorno prima, in modo che gli spinaci siano completamente freddi ed asciutti nel momento in cui andremo ad utilizzarli.

Versare la farina a fontana sulla spianatoia. Inserire nel centro le uova ed iniziare ad impastare, fino ad ottenere un panetto elastico e morbido. Coprire con uno strofinaccio pulito e lasciar riposare.

Intanto prepariamo il ripieno.

Unire agli spinaci preparati in precedenza, la ricotta, l'uovo ed il parmigiano. Salare e grattugiarvi su un pò di noce moscata.
Mescolare bene fino ad avere un composto ben amalgamato e compatto.

Stendere la sfoglia abbastanza sottile e disporre su di essa tanti mucchietti di ripieno, abbastanza distanziati l'uno dall'altro.
Passare un pennello leggermente inumidito intorno ad ogni mucchietto e porvi su un'altra sfoglia, con la quale andremo a coprire ogni mucchietto.
Tagliare gli anolini (o ravioli) con il tagliapasta apposito e disporli su uno strofinaccio infarinato.

Procedere così fino all'esaurimento degli ingredienti.

Adesso, la pasta può essere consuamta subito oppure congelata fino al moemnto del bisogno.

Per la cottura: far bollire l'acqua e cuocere la pasta. Sarà cotta appena sale a galla.
In una padella abbastanza capiente, versare un buon quantitativo di ragù (o altro condimento che più vi aggrada) ed appena i ravioli sono pronti, scolateli con una schiumarola e saltateli subito nel condimento.
Infine servire.


anolini ricotta e spinaci



13 commenti:

  1. Anche a me piace molto mettere a tavola piatti in cui si richiamano oltre le tradizioni anche i ricordi legati allo stare insieme...i tuoi anolini sono perfetti e buonissimi anche con un semplice condimento...ciao.

    RispondiElimina
  2. La scelta del menù è veramente complicata...ma con un primo come il tuo non si sbaglia mai...il taglia pasta è bellissimo ;)

    RispondiElimina
  3. Tesoro a saperla fare la pasta fatta in casa...io in queste cose sono proprio impedita però ne resto sempre molto affascinata e questi anolini sono un amore di bontà!!baci,Imma

    RispondiElimina
  4. La pasta fatta in casa ha il sapore delle feste...fantastica! A passare di qui non si sbaglia mai!Un bacio bella!Smack!

    RispondiElimina
  5. Stupendo il formato degli anolini, carinissimo anche l'utensile per farli (immagino)... Sa proprio di tradizione e famiglia!

    RispondiElimina
  6. Questa ricetta non la conoscevo, prima d'ora non sapevo nemmeno cosa fossero gli anolini! Che bello scoprire nuovi piatti e nuove tradizioni! E questi anolini sono fantastici!

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia! non avevo mai visto niente di simile..
    Comunque sono d'accordissimo con te, fare le cose in casa per i nostri ospiti é segno di vero affetto.
    A presto!

    RispondiElimina
  8. agostina..... mi sono innamorata dei tuoi anolini.... e adesso? ti tocca spedirmene un cestino pieno! :))))
    ciao bravissima ago!
    :)
    b

    RispondiElimina
  9. ciao agostina, davvero belli i tuoi anolini.
    credo anche io che la pasta fatta in casa per le feste sia un modo per coccolare i propri ospiti
    baci sabina

    RispondiElimina
  10. Max: lo so lo so che anche tu ami i piatti seri :-) ed hai proprio ragione, sono i piatti di famiglia che trasmettono più emozioni! :-D

    Giovanna: già, è proprio così, ma più che altro per evitare sprechi e far mangiare tutto a tutti! Di solito capita che si faccia troppo ed alla fine, non tutti mangiano tutto...e la cosa è molto triste a quel punto! :-)

    dolci a ...gogo!!!: Imma ma devi imparare! E' semplice, divertente ed è sempre tanto apprezzata da tutti :-D

    Ambra: Sì, è proprio vero Ambra! La pasta fatta in casa porta già la festa con sè :-D Bacioni anche a te! :-D

    Breakfast at lizzy's: Sì, io me ne sono praticamente innamorata...come anche del loro stampo! Mi ha dato subito il senso di qualcosa di antico e bello...

    RispondiElimina
  11. Claudia: E' vero Claudia :-D è una cosa che piace tantissimo anche a me! Ogni piatto ti insegna qualcosa del luogo in cui viene fatto ed è bellissimo! .-D

    Elvira Coot: sono tanto bellini questi tondini, vero? :-D

    Babs: ma io te ne farei una produzione industriale, carissima Babs! :-D
    Sei troppo buona! :-D Bacioni!!! :-*

    due bionde in cucina: ciao Sabrina! :-D A dirti il vero, io spesse volte uso le feste per sperimentare nuovi formati o nuovi ripieni o propri nuovi tipi di pasta e se posso faccio pure un pò di scorta di tortellini...il fatto è che una volta che assaggi la pasta genuina, avverti subito la differenza e capisci che dentro ai prodotti in commercio, mettono davvero tante porcherie! Anche per questo mi piace dare qualcosa di genuino ai miei ospiti e penso che se ne accorgano! :-D

    RispondiElimina
  12. Ciao, grazie per avermi avvisata della foto copiata, sei stata molto gentile, prenderò provvedimenti per farla rimuovere, ancora grazie!

    RispondiElimina
  13. ps:complimenti per questa ricetta, spinaci e ricotta è un binomio che adoro!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...