sabato 16 ottobre 2010

20
commenti

Pane Integrale di Orzo: World Bread Day 2010





Pane integrale di orzo con lievito madre


Click here to read the English version

Oggi, 16 ottobre, è il giorno in cui tutto il Mondo panifica e questo per merito di Zorra, l'ideatrice di questa giornata, il World Bread Day, che è ormai giunta alla sua quinta edizione.
Che dirvi se non che, per me, è sempre un'emozione prendervi parte. Pensare che persone di tutte le Nazioni preparino il proprio pane, tutti con lo stesso intento e con lo stesso amore verso questo alimento...beh, ditemi voi se non è stupendo! :-D
Questo è il mio pane per questa Giornata ...se ancora non avete inviato il vostro pane, cosa state aspettando? C'è tempo fino a domani!


pane integrale di orzo - fetta

Pane integrale di orzo con lievito madre

Ingredienti:

  • 270 gr di farina integrale
  • 110 gr di farina d'orzo
  • 120 gr di farina 00
  • 200 gr di lievito madre attivo (oppure 15 gr di lievito di birra)
  • 400 ml di acqua
  • 7 gr di sale

Far intiepidire l'acqua e sciogliervi il lievito.
Miscelare le farine ed iniziare ad impastarle con l'acqua fino a completo assorbimento, a quel punto, inserire anche il sale.
Si avrà un impasto nè troppo molle nè solido.
Continuare a sbattere l'impasto per 3 minuti circa, infine coprire con un piatto di ceramica e lasciare a riposo per 3 ore circa o fino a quando non avrà raddoppiato di volume.
Riprendere l'impasto, fare le pieghe per gli impasti lievitati, cioè allargare delicatamente l'impasto e portarne tutti gli angoli al centro.
Riponete l'impasto ottenuto sulla placca del forno e tagliatelo in 4 parti, se volete ottenere dei paninetti, altrimenti lasciatelo intero.
Dategli la forma che preferite.
Coprite con un canovaccio umido e lasciate lievitare per un'ora e mezza.
Riscaldate il forno a 200° e quando è arrivato a temperatura, cuocete i pani per circa 30 minuti.

World Bread Day 2010 (submission date October 16)

Nota

E' da qualche tempo che sto cercando di mettere a punto una buona ricetta di pane integrale, ho anche provato con dosi diverse da queste ed omettendo completamente la farina bianca, ma il risultato non mi ha soddisfatta molto.
Con un impasto totalmente integrale, il pane viene meno morbido e quindi si conserva anche meno giorni, mentre io volevo un pane integrale che rimanesse morbido il più possibile.
Questi pani che vedete in foto, rimangono morbidi per una settimana e mi sono piaciuti molto anche come sapore...se vi va di replicarli, nulla vi vieta di mettere in forma un solo pane invece che quattro, quella è stata più che altro una mia scelta personale, ma fate come vi sembra meglio per le vostre esigenze.
Questo pane, se conservato correttamente nel sacchetto di stoffa adatto, si manterrà benissimo per tanti giorni!


***********************************

English version

pane integrale di orzo - fetta&coltello


Today, is the day when the whole world cooks its bread, so thanks to Zorra, the World Bread Day'creator, which is now in its fifth edition.
I'm always so exciting to take part at this event. To think that people of all Nations prepare their own bread, all with the same intent and with the same love for this food ... well, you tell me if it isn't beautiful! :-D
This is my bread for this day ... if you haven't sent your bread, what are you waiting for? You have time until tomorrow!

Sourdough Barley Whole Wheat Bread


Ingredients:



Cool the water and dissolve the sourdough.
Mix the flour and begin to mix with water, put the salt.
You will have a dough not too soft, nor solid.
Continue to knead the dough for 3 minutes, then cover with a ceramic plate and leave to stand for 3 hours or until it has doubled in volume.
Take over the dough, make the folds for leavened dough, that broaden the mix and bring all corners of the dough in the center.
Put the mixture on a baking tray and cut into 4 parts.
Give it the shape you want.
Cover with a damp cloth and let rise for an hour and a half.
Preheat the oven to 200 degrees and when it came to temperature, bake the loaves for about 30 minuts.

20 commenti:

  1. Ma che bella ricetta!!! quella fettina ha l'aria di essere deliziosa!!! complimenti, un pane rustico e particolare :)

    RispondiElimina
  2. Barabara: è anche molto salutare Barbara, per questo volevo crearne qualcuno davvero buono, in modo da sostituirlo al bianco :-)

    Luciana: Grazie Lu, con un pò di marmellatina sopra sai che goduria per la colazione! :-D

    RispondiElimina
  3. Il tuo pane è bellissimo!!Anch'io stamani mi sono alzata presto ed ho impastato il mio pane, ma senza sapere che oggi era una cosa ricorrente!L'ho fatto per il mio fratello-amico-dottore Sandro che va matto per le farine miste ed integrali che viene a vendere, come al solito, l'Inter da noi e dopo mangiamo insieme. Quindo in serata vi faccio vedere cosa è venuto fuori. Speriamo bene, perchè è la prima volta che lavoro l'integrale e non ne conosco i segreti...!!!!E' stato un piacere venirti a trovare. Buona giornata deny

    RispondiElimina
  4. farina d'orzo! wow mai provata prima...i tuoi pani hanno un ottimo aspetto...!

    RispondiElimina
  5. Ciao Ago ! Il tuo pane sa di buono fin da qui !!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Ago
    mi piace il tuo Pane, peró non conosco la farina d'orzo. Devo cercarlo e poi lo provo anch'io. Ho fatto anch'io uno per il WBD 2010, peró in tedesco. Saluti - Siglinde

    RispondiElimina
  7. ciao Ago! farina d'orzo??!?! mai provaata! i tuoi pani sono meravigliosi, come le foto in effetti!! non lho nemmeno mai vista, la cercherò mi incuriosisce sapere che gusto ha! buona domenica

    RispondiElimina
  8. Ciao! Con la farina d'orzo? Ma che particolarità questo pane!? Semplice ma dal gusto inaspettato!
    baci baci

    RispondiElimina
  9. mi sono persa questa iniziativa Ago pero sonio sicura che nn sarei riuscita ad eguagliare tanta bonta!!!troppo buono e sembra di sentirne il profumino da qui!!bacioni grandi,imma

    RispondiElimina
  10. Proveremo col lievito di birra, perchè non abbiamo il lievito madre, ma di sicuro questa ricetta la facciamo nostra, siamo rimasti conquistati da questa pagnotta fatta con la farina d'orzo. Non sappiamo nemmeno dove reperirla, ma ci informeremo e poi la settimana prossima saremo a Torino al Salone del Gusto e magari la troviamo proprio là!
    Baci da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  11. Io vivrei di solo pane..e questo è una meraviglia, complimenti! Mi sono persa anch'io questa iniziativa, sarà per l'anno prossimo! Ciao buon inizio settimana

    RispondiElimina
  12. Ciao cara Ago bellissimo questo tuo pane! Mi sono persa il wbd, ma sarà per la prossima ;D.
    Ho provato il pane versione tutto integrale, in cassetta e direi che il risultato mi ha soddisfatta ;D. L'ho lasciato lievitare nello stampo, dopo averlo ripreso due volte(reimpastato sulla spianatoia), per tutta la mattinata e nel pome l'ho cotto, cercando di lasciare lievitare l'impasto morbido morbido ;D e ti dirò che mi piace. Baciiiiii

    RispondiElimina
  13. Mai provata la farina d'orzo! mi segno l'idea di questo pane stupendo!

    RispondiElimina
  14. AGOO per fortuna ho letto questo post : ) allora.. devi sapere che io, di pane bianco, non ne mangio più da anni ormai. solo da qualche mese ho ripreso a mangiare pane ma solo ed esclusivamente con farina di segale integrale, oppure farina integrale, o farina di kamut, una delle mie preferite insieme alla segale. E poi quella di soia non parliamone.. è la fine del mondo!!! la farina bianca la uso solo per fare i rinfreschi al lievito madre, che poi uso nella proporzione 50/100 g di lievito madre per 600g di farina circa.

    Cmq. Io se il pane è 'na ciabatta, non posso farci niente, non lo mangio. quindi se non dovesse venirmi bene sono capace di farci altro o persino buttarlo.. no, non sono sprecona, lo uso per fare qualcosa insomma.. però per farti capire che proprio non mi piace se non è morbido come dico io :) allora ne ho provati diversi di impasti a mio piacimento, senza seguire rictte particolari. L'impasto prima di tutto deve essere ben idratato, non sodo. Altrimenti l'acqua evapora in fretta nella cottura e di conseguenza si 'secca'. Poi. Dimmi, tu hai mai fatto il pane senza impasto? Ecco, io praticamente faccio QUASI sempre quello, ma in formato integrale. stessa tecnica, stesso procedimento, quasi stesse dosi (le farine integrali richiedono molta più acqua perché ne assorbono di più ovviamente). Se ti interessano delle dose, dimmelo che ti metto giù una ricettina :)

    RispondiElimina
  15. deny: ciao Deny, piacere di conoscerti! :-D
    passerò a trovarti appena ho un attimo, spero nel weekend :-D poi hai partcipato alla giornata del pane? :-)
    Un bacione

    Cenerentola: Grazie :-D erano delle schiacciatine praticamente, stavolta ho voluto dar loro questa forma, ma il sapore era davvero buonissimo! .-D

    natalia: :-D

    mein Ideentopf: Ciao Siglinde, piacere di conoscerti! :-D Bacioni!

    k@tia: ciao cara Katia! :-D grazie per tutto! Per la farina d'orzo, puoi provare a vedere in negozi come Naturasì, ecc., sicuramente ce l'avranno!
    Io me la sono autoprodotta :-)
    Ho preso 250 gr di orzo e l'ho macinato fino ad ottenere la farina, poi l'ho cernito e l'ho diviso dalla crusca...è un ottimo metodo per ottenere le farine! :-D
    Il gusto è buonissimo, davvero! Se metti tutto orzo, il sapore è un integrale forte...un pò come se metti tutta segale, in pratica! C'è a chi piace e a chi no...a me non piace moltissimo il sapore 100% integrale, preferisco sempre tagliare la farina...almeno per il moemnto! :-D

    manuela e silvia: mmmm...non crediate sorelline...direi piuttosto che si tratta di un pane semplice dal gusto semplice :-D

    dolci a ...gogo!!!: Peccato Imma, ma vedi di partecipare a quella dell'anno prossimo! Ma figurati tu se non presentavi qualcosa di bello e buono:-D ti aspetto per la panificazione 2011! :-D

    Luca and Sabrina: Ecco, sicuramente al salone del gusto ci sarà, ma altrimenti macinatevi l'orzo in casa e con l'apposito setaccio con fascia in legno e fondo in rete metallica, dividete la farina dalla crusca...è un ottimo metodo per avere la farina macinata di fresco e soprattutto, potete farlo con tutti i tipi di chicco, credo...devo informarmi! :-D

    RispondiElimina
  16. ornella: molto male Ornella, è una iniziativa divertente e carina, segnatela per l'anno prossimo!
    grazie per il pane :-D mi ha molto soddisfatta .-D

    Pagnottina: quindi l'hai fatto lievitare molto? Io credo che da me il problema non sia la lievitazione, ma piuttosto il forno :-(
    Ormai le cerneire laterali non funzionano benissimo, lasciandolo un pochino aperto e quindi in cottura la temperatura non tiene per quanto mi serve realmente...mi sono accorta di questo problema da poco...pensa che anche la pizza non viene più cotta come prima, quindi il problema è questo qui della temperatura :-( devo vedere come risolvere! :-***

    terry: Provala terry, è delicata, penso ti piacerà! :-D

    zorra: Thank you Zorra! :-D

    fiOrdivanilla: ciao dolce Manu! :-D
    Io invece è da poco che sono entrata nel mondo dell'integrale e per il moemtno, sto cercando di capire qual è il sapore di integrale che mi piace di più :-D
    Sul discorso morbidezza concordo con te...anche se io lo mangio lo stesso alla fine, anche se è duretto :-D magari lo taglio a fettine, le tosto, un velo di marmellatina e lo uso per colazione :-D
    il pane senza impasto, sì, l'ho fatto anche in tempi antichi con il lievito di birra, lo so che quello è perfetto, ma io vario molto, quindi per il moemtno sto sperimetnando pani diversi...in base a quello che m'ispira il momento, per intenderci :-D
    Proprio la settimana scorsa, ho fatto un pane di segale, ma il sapore era troppo forte per i miei gusti...o sarà anche che non si è cotto benissimo causa forno (leggi commento a Pagnottina).
    Devo risolvere anche questo problema adesso...2 pelotas! :-D
    Piuttosto, ogni tanto riesco a guardare la prova del cuoco verso le 12.30 e sto trovando molto utili le indicazioni di Bonci, soprattutto per quanto riguarda la cottura (idratazione a parte).
    Il pane è bello e buono, è un alimento che se acquistato, non mi ispira moltissimo, ma se fatto in casa o preso dal panettiere che usa il LM, ha un sapore completamente diverso che può creare davvero dipendenza, vero? :-*****

    RispondiElimina
  17. Ciao dolciiiezza :)
    certo, la cottura è FONDAMENTALE. Per questo guardavo infatti, prima di risponderti, quanto e a che temp lo avevi cotto. Io ti consiglierei generalmente di potare il forno a 230-250 gradi, infornare il pane nella parte bassa del forno solo quando è caldissimo, cuocere per almeno 15-20 minuti così, poi portarlo a metà altezza e cuocerlo ad una temp di 180 gradi per altri 20 min circa. In questo modo dentro dovrebbe rimanere morbido, perché: con l'alta temp iniziale il pane si alza bene e si forma da subito una bella crosta in superficie. Questo è importante affinché l'umidità interna non esca più dal pane, o cmq solo in minima parte. Una volta formata la crosta, si può abbassare la temperatura e continuare la cottura, stando certi che cuocerà mantenendosi morbido perché essendoci la crosta, questa farà da barriera per mantenere l'umidità interna.
    Hai provato a fare i panini di kamut o altra farina, a vapore? a me fanno letteralmente impazzire!

    RispondiElimina
  18. Eccoti Manu, quella volta avevo letto il tuo commento, ma non avevo fatto in tempo a rispondere subito e poi mi è caduto di mente...perdono! :-S
    Devo assolutamente provare i panini al vapore! Come li fai tu? :-*

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...