martedì 10 agosto 2010

23
commenti

Fusilli lunghi con i broccoli (romani) arriminati





cavolo romano


Click here to read the English version

Avete mai pensato che si può viaggiare anche solo provando i sapori di un luogo e non visitandolo effettivamente?
Certo, visitare veramente città e Paesi è stupendo, ma la cucina serve anche a questo: a farci viaggiare con le papille gustative...sicuramente capita anche a voi, ma questo è ciò che capita a me quando assaggio un piatto fatto da mani sapienti.
Per esempio, qualche anno fa, assaggiai a Messina una varietà di cuscus così ben cucinati che sembrava davvero di essere stati catapultati in un Mat'am egiziano...e non parlo dell'ambientazione del ristorante che, chiaramente era arabeggiante, ma solo ed esclusivamente dei piatti...il miglior cuscus che io abbia mai assaggiato è stato quello e non perchè gli altri che ho mangiato dopo (o prima) non erano all'altezza, erano sempre buonissimi, ma per poter viaggiare con le papille gustative, il piatto deve conquistarti, non è così?
Per me sì.
Oppure potrei raccontarvi di quando ho assaggiato un piatto di fregula con i frutti di mare...sì, ok, non erano arselle, ma era davvero fatto in maniera magistrale...uno sprazzo di Sardegna in Piemonte, potrei dire!
Insomma, con la cucina, se i piatti sono eseguiti con amore e passione, si va dovunque!

Ritorniamo alla ricetta di oggi, siamo in Sicilia e precisamente a Palermo.
E' una ricetta che avevo letto tempo fa sul blog di Enza, eseguita in maniera perfetta con qualche tocco di originalità che io purtroppo ho dovuto eliminare non avendo l'ingredinete segreto - piuttosto, vi invito davvero ad andarvela a leggere nel suo articolo, completa per come l'ha scritta lei, magari vi ritrovate con tutto il necessario sotto mano e potreste provarla in quella versione...credo che ne valga proprio la pena! ;-)
La pasta coi broccoli arriminati è un piatto tradizionale palermitano e voi starete sicuramente pensando:"ad Agosto i broccoli????" :-D
Beh, in un certo senso avete ragione :-D
Per farla, ho usato un cavolo - broccolo che mi ha affascinato sempre molto...il cavolo romano!
E' un cavolo bellissimo...potrei rimanere ore ed ore a studiarmi la sua geometria perfetta...misteri della natura!
Questo cavolo si trova tutto l'anno dal fruttivendolo e, se vi devo dire la verità, mangiare questa pasta d'estate o d'inverno non fa differenza!
E' sempre buonissima...in inverno però la proverò con i broccoli classici ;-)
Come pasta ho utilizzato i fusilli lunghi di Gragnano, la mia pasta preferita in assoluto, sia per consistenza, sapore che per tenuta della cottura.

Ecco la mia versione leggermente modificata, quella di Enza la potete leggere qui


fusilli lunghi e broccolo romano-1


Fusilli lunghi con i broccoli (romani) arriminati



Ingredienti
per 4 persone

  • 320 gr di fusilli lunghi
  • 1 broccolo romano, pulito e diviso in cimette
  • 4 filetti di acciughe sotto sale
  • un pezzetto di peperoncino
  • 1 cipolla media tritata finemente
  • 1 spicchio di aglio, leggermente schiacciato
  • una manciata di uva passa non ammollata
  • una manciata di pinoli
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
Lessare le cimette del broccolo in acqua bollente salata in cui si sarà versato un cucchiaio di olio.
Scolare le cimette ancora croccanti e metterle da parte non buttando l'acqua di cottura della verdura.
Nel frattempo scaldare l'olio e far appassire la cipolla tritata finemente, il pezzetto di peperoncino e lo spicchio di aglio in una padella saltapasta.
Fuori dal fuoco, nell'olio ancora caldo ma non bollente, sciogliere le acciughe in precedenza dissalate.
Rimettere sul fuoco e versarvi le cimette (tenetene alcune da parte), un mestolo di acqua di cottura del broccolo.
Far andare a fuoco medio e nel frattempo lessare la pasta al dente nell'acqua del broccolo che è stata conservata.
Il sugo dovrà essere abbastanza cremoso pur presentando le cimette più grandi ancora integre.
Scolare la pasta ancora al dente e mantecarla in padella con il sugo aggiungendo i pinoli e l'uva passa.
Impiattare e decorare con le cimette tenute da parte.


Nota
Grazie tantissime per tutti i vostri commenti :-D
Vi risponderò prestissimo! :-*

***********************************************

English version

fusilli lunghi e broccolo romano

Do you have ever tried to travel with your taste buds? Yes, a trip only with your mouth, not phisically...:-D
I try this sensation when I eat a really delicious food: sometime ago, happened that I ate cuscus in Messina...well, it was so delicious that seemed to be in a arab Mat'am in Egypt...fantastic!
That happen every time you eat a workmanlike dish, above all if it's a traditional dish...I think that the traditional recipes are useful for this...

I read this recipe in the Enza's blog: that's a traditional Sicilian dish that I loved so much! ;-D

Long Twirls Pasta with Broccoli

for 4 people

Ingredients:

  • 320 g long twirls (pasta),
  • 1 medium Roman Broccoli, divided into florets
  • 4 fillets of anchovies
  • a bit of chilli
  • 1 medium onion, finely chopped
  • 1 clove garlic
  • a handful of raisins soaked
  • A handful of pine nuts
  • Extra virgin olive oil
  • Salt and pepper

Boil the broccoli florets in boiling salted water in which will pour a tablespoon of oil.
Drain the florets still crisp and set aside not throwing water from cooking vegetables.
Meanwhile, heat oil in a pan and cook the onion finely chopped, a bit of chilli and a clove of garlic.
Off the heat, the oil still hot but not boiling, dissolve the anchovies previously desalted.
Put on fire and pour the florets (keep some aside), a ladle of cooking water broccoli.
Let go over a medium heat and meanwhile boil the pasta in the broccoli water that has been preserved.
Drain the pasta and stir-fried with the sauce adding the pine nuts and raisins.
Serve and garnish with the broccoli tops kept aside.

fusilli lunghi e cavolo romano part


Broccoflower on FoodistaBroccoflower

23 commenti:

  1. Hai ragione, il broccolo romano sembra ricamato, da quanto è bello.
    E complimenti per questo bel piatto, purtroppo non potrò replicarlo perchè qui ehm..c'è una certa penuria di certi ortaggi :-(

    A presto!

    RispondiElimina
  2. oh mamma che voglia di pasta con i broccoli che mi hai fatto venire!!
    quello romano con tutte le sue guglie decorate poi è davvero uno spettacolo oltre che essere buonissimo!!
    buona serata! ale

    RispondiElimina
  3. E si, è bello viaggiare e gustare i piatti dei posti! Bel piatto e bella ricetta, bravissima come sempre!
    Un bacione

    RispondiElimina
  4. Il broccolo romano, della famiglia, è in assoluto il mio preferito; ne adoro il sapore, il colore, la forma, ha il solo difetto di non essere sempre facilmente reperibile ma sicuramente più di qualche anno fa.
    Certo una pasta coi broccoli adesso mi rattrista un po' perchè mi sa d'inverno, ma la tengo buona in attesa nel cassetto perchè ha tutta l'aria dei essere ottima. Un bacio

    RispondiElimina
  5. I fusilli lunghi di Gragnano abbinati a sapori o verdure di qualità cucinate in modo schietto sono la base con la b maiscuola della cucina italiana, la provenienza dell'ortaggio e degli ingredienti comprimari determinano poi i confini geografici di quel gusto.
    Già solo per come l'hai raccontato il piatto...gli hai conferito un valore assoluto :)
    Viaggiare con il gusto non è facile ma quando ci si riesce è davvero una bella esperienza. Mi è capitato di recente, preparando un piatto portoghese :)
    Complimenti

    RispondiElimina
  6. la cucina Ago è bella anche per questo perche anche nn vivendo in un posto nella nostra cucina possiamo ricreare gli tessi profumi e sapori di terre lontane e c'è tutta il sapore il profumo e la bellezza della sicilia in questo piatto!!!magnifico....bacioni imma

    RispondiElimina
  7. veramente gustosissima!
    buona giornata
    ps. quel broccolo sembra un frattale :-D

    RispondiElimina
  8. Ago, la penso esattamente come te: si può viaggiare, cucinando i piatti dei paesi che si vuole visitare! Per questo adoro fare le cene a tema...
    Cara, visto che ho cambiato l'indirizzo del mio blog, adesso è http://www.rossa-di-sera.com/, se mi segui, ti prego di aggiornare la tua blogroll,
    un bacione

    RispondiElimina
  9. Ciao! un piatto che ci riporta in altri Paesi! la cucina ti permette sul serio di scoprire nuove culture e sapori...
    ottimo e gustoso!
    baci baci

    RispondiElimina
  10. Posso portare la mia variante che poi è quella catanese? Questa di Enza è quella originale palermitana.
    Appena messi a cuocere i broccoli aggiungere un po' di concentrato di pomodoro. Aggiungere più di un mestolo di acqua di cottura in modo da ottenere un condimento non troppo secco. Lasciar cuocere coperto a fuoco bassissimo.
    Cotto il sugo e la pasta condire quest'ultima nella pentola e aggiungere del pecorino grattato. Mettere il tutto in una pirofila e passare in forno a 180° per una decina di minuti prima coperta con la stagnola e poi scoperta e sotto il grill.
    Per questa versione non andrebbero usati i fusilli ma i bucatini spezzati a metà. Al sugo si può aggiungere un cucchiaio di zucchero in cottura in modo che venga un po' sul dolce, ma dipende dai gusti. Lasciare raffreddare e gustare :D

    RispondiElimina
  11. Meravigliosi!mi piace sia il formato di pasta che il condimento, uno dei miei preferiti!

    RispondiElimina
  12. Mi piace il bccolo di per sè,ma poi se si trasforma in un piatto del genere..cavoli che GNAMMI! =)
    Unica,come sempre.
    Baciiiiii

    RispondiElimina
  13. That is just lovely.It is not as easily available as some veggies but it is always a treat to find some in the market.I hope you could add this broccoflower widget at the end of this post because I'd really like foodista readers to see your latest recipe. Thanks!

    RispondiElimina
  14. Ebbene sì, a quanto pare ad agosto broccoli (io broccolo, tu broccoli, egli... ok ok stop..:D).. e che broccoli!.. hai fatto benissimo a fare quel primo piano, è fantastico quel broccolo, merita!
    E i fusilli? sai che non credo di averli mai visti questo tipo lungo? Troppo carini, mi stizzano anche come tipo di formato da mangiare!

    RispondiElimina
  15. Amo molto anche io il cavolo romano, così affascinante nella forma che fa quasi peccato cucinarlo, perfette geometrie e disegni!:)
    ...concorco poi con quel che dici, il cibo aiuta a viaggiare e con conoscer popoli e luoghi anche senza prender l'aereo... io questo viaggetto in sicilia per esempio me lo farei moooolto volentieri!:)
    pasta gustosissima....ben fatto a presentarcela:)
    bacioni!

    RispondiElimina
  16. La forza evocativa dei piatti è davvero notevole e quando riesce in ciò, la gastronomia diventa arte e cultura!
    Non ho mai trovato il broccolo romanesco, ma mi devo mettere alla ricerca, magari in occasione del mio prossimo viaggio a Reggio C :))

    RispondiElimina
  17. Oh adoro quella pasta... Ma c'è anche rigata, vero?
    Fantastico il cavolo romano, sono d'accordo ;)

    RispondiElimina
  18. Ciao tesoro.....ma certo che si puo' viaggiare con la mente assaporando un pezzo di quella terra...basta chiudere gli occhi ed immaginare..posti...colori...odori...si si che si puo'!!
    Che dire sulla ricettina è super come sempre
    ciaooooo

    RispondiElimina
  19. Pasta carina carina... archivio, per quando i broccoli si troveranno anche qui. Intanto grazie. E a presto

    Sabrine

    RispondiElimina
  20. arabafelice: vero? A me piace tantissimo...gli farei un quadro :-DPeccato che non trovi broccoli e compagnia bella da quelle parti...neanche qualcos'altro di quella famiglia? provala nei tuoi viaggetti di ritorno :-) merita davvero! :-***

    ViaggiandoMangiando: vero Ale, è forse il più delicato della famiglia, come sapore...ma il suo fascino è la forma *_*
    Bacioni! :-D

    Oxana: Giusto, è bello viaggiare e gustare, anche se solo virtualemtne in questo caso :-D
    Grazie cara Oxana! bacioni :-D

    Federica: In effetti hai ragione: adesso lo trovo dal fruttivendolo praticamente tutto l'anno, prima invece nemmeno in autunno o inverno...frutti della globalizzazione :-D
    Bacioni! :-*

    Gambetto: Grazie Mario! Le tue parole sono bellissime, davvero! :-D
    Voglio prorpio vederlo questo piatto portoghese, se ti ha fatto viaggiare deve essere delizioso!
    Bacioni :-D

    dolci a ...gogo!!!: Hai colto nel segno Imma, era proprio quello che volevo dire :-D
    Questo piatto è davvero un "tuffo" in piena Sicilia, anche se il broccolo non è quello giusto giusto, ma sempre buonissimo è! :-D

    Sonia: Sììììììì Sonia è proprio un frattale....bellissimo eh? :-D

    Giulia: Anch'iooo adoro le cene a tema :-DDD Un viaggetto virtuale ogni tanto in attesa di quello reale! Blogroll aggiornata! :-D

    manuela e silvia: E' proprio così, le nuove culture si capiscono meglio assaggiando i loro sapori che studiandole sui libri, alcune volte ;-D proprio così sisters! Bacioni! :-D

    RispondiElimina
  21. Flo: ma certo Flo! :-D E' ancora più interessante vedere le varianti regionali di una stessa ricetta, un pò com'è da me la pitta salata - in alcuni punti della Calabria è un pane a ciambella, mentre in altri è una pizza particolare -.
    Questa verisone vedo che è completamnete diversa...molto molto interessante, la proverò di sicuro! E' una bella pasta al forno! :-D Grazie davvero! :-*

    NIGHTFAIRY: ;-D

    Silvietta: E' quello che ho pensato anch'io quando ho visto la ricetta da Enza :-DDD
    Bacioni cara Silvietta :-***

    Alisa: Thank you Alisa! :-D

    SUNFLOWERS8: :-D

    fiOrdivanilla: Broccoli anche tu Manu??? :-D
    Questo formato e questa pasta li devi assolutamente provare, sono deliziosi! Vabbè che io i fusilli lunghi li amo come anche gli spaghetti alla chitarra, sono paste che se della marca giusta, riescono a dare un gusto unico al piatto! :-D Cercali al super, è una pasta eccellente ;-D

    RispondiElimina
  22. terry: vero Terry, ogni volta mi pare così male doverlo tagliare e mangiare :-( poi però, una volta effettuato il cavolicidio e pappato, devo dire che non ho nessun rimorso di coscienza :-D
    Però è bellissimo nella sua perfezione, assolutamente! :-D
    Per il discorso viaggi, a me capita moltissimo con i piatti arabi che molto spesso riservano sapori ed abbinamenti particolari...voglio dire, sì ok, siamo nel Mediterraneo e tanti piatti loro rispecchiano infatti anche il nostro modo di cucinare, ma tante altre volte, abbinano frutti o altro che ti fanno davvero stupire del risultato finale...un gusto sorprendente! :-D

    Milena: No Milena, questo lo devi davvero assaggiare, è un peccato che tu non l'abbia mai trovato! Se mi dici quando vieni, potrei vedere di trovartelo! ;-)

    Rosmarina: Sai mari che non lo so se c'è anche rigata? Io non l'ho mai vista :-(
    Cavolo romano fan club :-D

    Lady Cocca: Sì Lidia, ma a parte questo, io parlo proprio di quando mangi qualcosa che in maniera fulminea ti riporta alla mente un posto, un sapore...è stupendo! :-D

    sabrine d'aubergine: Grazie a te Sabrine e provala, sono certa che ti piacerà, è un piatto semplice, ma ricco di gusto! ;-*

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...