martedì 1 giugno 2010

77
commenti

La Torta di mele - dal Manuale di Nonna Papera





torta nonna papera davanzale


Click here to read the English version


...ovvero, una torta che sa di antico, molto antico...40 anni fa per l'esattezza, quando fu pubblicato per la prima volta il famosissimo "Manuale di Nonna Papera", un libretto contenente tante ricette per bimbi (e non).

Insomma, quest'anno questo libro compie appunto i suoi primi 40 anni e Sabrine ha ben pensato di festeggiare questa data storica con una raccolta di ricette originali, prese proprio da questo Manuale! :-D Io non posseggo questo bellissimo libro, ma volevo partecipare ugualmente..in fondo, questi sono stati i personaggi della mia infanzia: chi di voi non ha mai letto Topolino? Penso che almeno una volta, l'abbiate letto tutti. Nonna Papera era il mio personaggio preferito: sempre a sfornare apple pies che, metteva a raffreddare sul davanzale della finestra...avrei voluto anch'io una nonna così! Sabrine è stata gentilissima ad inviarmi alcune ricette, tra le quali anche questa tortina. La torta di mele presente sul suo manuale, non è un'apple pie, ma una torta di mele che sa davvero di nonne e di cose buone, di mani che mescolano con un cucchiaio di legno e di bimbi (pardon, paperini!) con il musetto impiastricciato di zucchero a velo...
Una torta di mele semplicissima, ma che sa di limone e mele, tantissime mele...la torta di mele adatta alla colazione, nutriente e leggera!
Insomma, l'unica torta di mele che poteva trovarsi nel ricettario di una nonna :-D
Per la cronaca: mi sono così tanto calata nel personaggio che ne sforno una alla settimana, per la colazione...sarà che è velocissima da fare (tempo di pensare di farla che è già in forno), sarà che è buonina buonina e leggera, fatto sta che questo dolce è una goduria ed iniziare la settimana così, non può che renderti felice :-D


fetta 2


Torta di Mele

dal Manuale di Nonna Papera


"Un barone scozzese potrebbe benissimo limitare la propria attività a passeggiare per i viali del suo castello, con il gonnellino scozzese, il cane scozzese al guinzaglio ed un bicchierino di whisky scozzese a portata di ...baffi. E invece che cosa ti combinò Nepero, che era appunto un barone scozzese? Inventò i logaritmi, cioè un modo per semplificare i conti tale da far venire i calcoli...al fegato dei poveri studenti, naturalmente! Per riconfortare i tapini, Nonna Papera propone questa ottima torta di mele."

Che cosa occorre:
  • 200 gr di farina
  • 150 gr di zucchero
  • 1 bustina di lievito
  • 2 uova
  • latte (80 gr circa)
  • scorza di limone
  • 1 Kg di mele


Come si procede:

Sbattete bene le uova con lo zucchero e aggiungete a poco a poco la farina setacciata insieme al lievito e la scorza di limone, aggiungendo via via il latte per mantenere morbida la pasta. Ungete e impanate (o infarinate ndr) una tortiera e versate la pasta. Intanto avrete sbucciato e tagliato a fette il più possibile regolari, le mele: mettete elegantemente le fette sopra la pasta e cospargete di zucchero e qualche fiocchetto di burro. Cuocete per circa mezz'ora in forno moderato.


mele1

Nota

Nonna Papera si raccomadava di sistemare le fette di mela elegantemente e quindi ho preferito metterle solo in cima in orizzontale.
Ma se vi capita di farla, provate ad inserire le fette in verticale...diventa una torta piena zeppa di mele, dentro e fuori...
Forse così è più bella da vedere, ma secondo me, con le mele affondate è più buona da mangiare, fate un pò voi...è deliziosa in tutte le versioni! :-D
Altra nota: non considerate più di tanto la mia tortina che si è scurita più del necessario, ma ero al telefono e...me la sono dimenticata in forno 5 minuti di troppo..:-(



********************************************************


English version

torta mele nonna dav


This apple cake isn't the usual one, but it's the Grandma Duck Apple cake, an old - fashioned recipe from the Grandma Duck recipe book, "the Grandma Duck Cookbook".
Old fashioned recipe...Why???
Because this Apple cake is forty years old, or better then, the Grandma Duck cookbook has its 40th birthday just this year...incredible!
Sabrine thought to celebrate this anniversary with a recipes collection about this great book.
I've chosen to cook this apple cake: I can say that its taste and scent bring to mind the old fashioned apple cakes that grandmothers cooked to their grandchildren, mixing with a wooden spoon and children with their little mouths smeared with icing sugar...
That's the perfect apple cake to have a happy breakfast! :-D


fetta3


Apple cake

from Grandma Duck Cookbook

Ingredients:

  • 1 3/4 cup all-purpose flour
  • 2/3 cup granulated sugar
  • 1 sachet baking powder
  • 2 eggs
  • milk (about 3/8 cup)
  • zest of 1 lemon
  • 4 big apples, cut into little and regular slices


Whisk the sugar with the eggs and add milk and flour mixed with baking powder and lemon zest.
Grease the cake pan and pour the mixture.
Put the apple slices on the batter (gracefully!) and sprinkle with sugar and little knobs of butter.
Bake in moderate oven for half an hour.


77 commenti:

  1. This looks like my kind of cake. I just stopped by after you visited my blog and i think you have a fabulous blog. Nice work! You have a new follower. Do you translate all your recipes?

    RispondiElimina
  2. E' altissima questa torta ^__^ E così stra ricca di mele è troppo buona. Baci, buona giornata

    RispondiElimina
  3. Ago anche tu all'ultimo minuto eh! Bellissima!! Baci baciiiiiiii ;D

    RispondiElimina
  4. prima di tutto perfetta squisita delicata la tua torta di mele e poi che belle le foto sono suggestive vere quasi palpabili!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  5. la torta di mele è sempre buonissima! la tua versione mi piace molto!

    RispondiElimina
  6. che bella torta! e che foto stupende!

    Brava!

    Albicocca
    www.letscookeat.com

    RispondiElimina
  7. bellissima!!! ma lo stampo da quant'è?

    RispondiElimina
  8. Ehi, ma quella fetta con il bicchiere di latte possiamo averla per noi??! dev'essere fantastica nella sua semplicità e delicatezza!
    bravissima..s epoi è quella originale...meglio non lasciarla sulla finestra ;)
    baci baci

    RispondiElimina
  9. ma è proprio lei! sì sul davanzale! ahhh che meraviglia :)
    stai attenta però..che potrebbe passare ciccio a rubarsene 3/4!

    RispondiElimina
  10. Che bella! mi ricorda da matti le torte di mele che faceva mia nonna.

    RispondiElimina
  11. Ah ecco dove finita la torta!!.. E io la stavo gustando di là, sul Flickr;)))...
    Un bacione

    RispondiElimina
  12. un'autentica meraviglia!!!!!
    bella!1 talmente bella che quasi quasi la preparo per la colazione di domani!
    bravissima Ago!!!!!!
    bacionii!!!!!!!

    RispondiElimina
  13. Questa torta dev'essere morbidissima...ci vorrei affondare dentro...e uscirne con la bocca piena di questa delizia!!!Inoltre la foto è bellisssima!!!

    RispondiElimina
  14. con questo manuale mi state facendo venire una voglia di averlo!

    RispondiElimina
  15. sono rimasta in muto silenzio (ovviamente) davanti alla foto... mi pareva di scorgere una mano pelosa da orso che cercava di rubare la torta... mi sono immedesimata un pò troppo? la foto è troppo vera.... e la torta meravigliosa!

    RispondiElimina
  16. Delishhh: Hi and thank you! :-D
    Yes, I translate all my recipes and thank you to follow me, I'll do the same with your beautiful blog!! :-D

    Federica: Sì Fede, qui è venuta più altina perchè ho usato uno stampo più piccolo, ma è davvero ottima, soprattutto se metti le fettine in verticale, quindi le fai affondare nell'impasto :-D

    natalia: :-D se passa, una fettina gliela lascio mangiare! :-D

    Pagnottina: lasciamo perdere...il mio pc s'è spento così tante volte che è stata un'odissea riuscire a scrivere 2 parole...:-(((
    Grazieeeee!!! :-D

    dolci a ...gogo!!!: eheh Nonna Papera ci sapeva fare! :-D per le foto, volevo proprio un effetto naturale :-)

    Zasusa: Sì, tutto merito di nonna papera :-D

    Giuky: Vero...la torta dei paperini :-D

    Albicocca: Grazieee e piscere di conoscerti! :-D

    eva85: Grazie Eva! Lo stampo è da 22 - 24 con i bordi un pò altini, tende a gonfiare molto, sopratutto se metti le fette in verticale...ma anche così in orizzontale, come in foto, è lievitata parecchio...ti dico questo perchè la prima volta in cui la feci, ho usato uno stampo più bassino ed è caduto un bel pò di impasto, quindi vedi tu! :-D

    Bacioni a tutti / Kisses to everyone :-*

    RispondiElimina
  17. manuela e silvia: Maccerto che sì!!! :-D infatti, sono arrivata a pensare che questa fosse la più buona torta di mele che io avessi mai mangiato..e ne ho assaggiate tante davvero, ma questa è proprio semplicissima e delicata..si sentono solo le mele, quindi una torta super davvero! Per Ciccio solo una fettina se fa il bravo :-DDD

    Cuochella: no no, per Ciccio solo una fetta, il resto se lo son già pappato :-DDD

    Meg: ma infatti a me ha trasmesso questo ricordo mentre la mangiavo...ha proprio il gusto ed il profumo delle torte che facevano le nonne di un tempo..:-)

    Rosa's Yummy Yums: thank you Rosa! :-D

    Oxana: :-DDD Sìììì!!!

    Chiara: Grazie Chiaretta! io ho iniziato ad usarla come torta da colazione daquando ho visto che va letteralmente a ruba...incredibile...le torte di mele le hanno sempre un pò scartate a casa mia (non io!), ma questa viene ingurgitata alla velocità della luce :-D

    UnaZebrApois: Grazie Ale!:-D provala, si fa davvero in meno di 10 minuti! :-*

    Castagna: anch'io lo voglio...ma non riesco a trovarlo da nessuna parte :-( considerando l'esperienza di questa torta e vedendo in giro gli altri prodotti sfornati, penso proprio che sia un libro deliziosissimo e di sicura riuscita ;-D

    Ely: Grazie davvero Ely, era proprio quello che volevo trasmettere...naturalezza e semplicità, proprio come questa torta! :-D

    RispondiElimina
  18. E' proprio la classica tortina di mele di nonna Papera! grazie di essere passata da me:), a presto
    Patricia

    RispondiElimina
  19. Quanto darei per possedere quel prezioso manualetto... invece no a me toccò archimede! Il massimo che posso postare è la ricetta delle patate che accendono una lampadina!!!! Questa torta è proprio LA torta di Nonna Papera! fantastica...

    RispondiElimina
  20. eccola lì in tutta la sua bellezza e bontà...sul balcone ...ad invogliar vicini con il profumino che emana!!! ti è venuta uno spettacolo!
    ma quella merenda lì è l amia, latte, fettona?!:...voglio!!!:)
    baciotti

    RispondiElimina
  21. che bontà questa torta!!!!!

    io dico sempre ""una fetta di torta di mele non si rifiuta mai""""... ma di questa ne voglio almeno due!!!!!

    baciiiii

    RispondiElimina
  22. Cara Ago,
    non potevo davvero sperare in un post più adatto per chiudere questa esperienza. Perché non ti sarà sfuggito un particolare... e cioè che la tua è l'unica torta della raccolta messa a raffreddare sul davanzale! Semplicemente fantastico... Grazie, di cuore.

    Sabrine

    PS: per rispetto agli standard della raccolta e a quanto chiesto agli altri partecipanti, ti chiederei se possibile di adeguare il titolo del post a quello della ricetta (puoi mettere il resto a parte, o in un sottotitolo). Spero non sia un problema.

    RispondiElimina
  23. Ago rieccomi!!!
    ho da poco sfornato questa meravigliosa torta!!!
    avevo in programma di starmene al sole leggendo un bel libro ma sembra di essere in pieno autunno e cos' ho preparato la tua torta che tra un pò gusteremo con un buon tè caldo
    baci e grazieeeeeeee!!!!

    RispondiElimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  25. Patricia: Sì...anche nel sapore! :-D

    Lauradv: eh già, a chi lo dici! ma anche se la raccolta è terminata, voglio vedere se riesco a trovarlo lo stesso...ci tengo davvero molto ad averlo! :-D
    Ma perchè c'era pure il manuale di Archimede? :-O

    terry: Allora, la merenda è tutta per te! :-D

    dario: E' quello che dico sempre anch'io...una fetta al giorno toglie il medico di torno ^_______^

    sabrine d'aubergine: Sono davvero felice che ti sia piaciuta :-D mi sembrava il minimo mettere la torta sul davanzale...Nonna Papera faceva sempre così! :-D e la torta è la sua! :-D
    Ok per il titolo, adesso modifico!

    chiara: Davvero?!?!? l'hai già fatta? Spero davvero che ti piaccia quanto è piaciuta a me!!! E le mele le hai messe in orizzontale o in verticale? :-D

    Bacioniiii e grazieee

    RispondiElimina
  26. avevo dimenticato! le mele ... seguendo il tuo consiglio una a dadini l'ho aggiunta nell'impasto e le altre le ho disposte elegantemente in orizzontale sopra :)
    poi ti farò sapere com'è!
    baciii

    RispondiElimina
  27. Love this cake, i bet it tastes so good!

    RispondiElimina
  28. :-D Ok Chiaretta, sono curiosa di vedere com'è venuta con i dadini! Io le volte che l'ho fatta, ho tagliato sempre tutto a fettine sottili che poi ho inserito in verticale nell'impasto, quindi facendole affondare...fai conto che poi quando la tagliavi, era tutta mele, in pratica, ma era abbastanza disordinata in superficie, invece così è venuta caruccia...la tua credo che abbia tutt'e due le caratteristiche allora, sia bella che melosa!!! :-D

    RispondiElimina
  29. Hi Cherine and nice to meet you! yes, its taste is not too sweet, but delicious! :-D

    RispondiElimina
  30. intanto va detto che l'anzatina è stupenda!
    poi, questa torta, come l'hai proposta tu è proprio raffinata sai? bella e buona, un classico intramontabile.

    RispondiElimina
  31. ehm ... no, cioè scusa eh ... ma sbaglio o non c'è burro!?!? O_O

    RispondiElimina
  32. sarà l'ora e magari mi sono rimbambita io ...
    in ogni caso, non mi crederai ma... sto andando a fare questa stessa torta alla farina di Kàmut.

    RispondiElimina
  33. Manu..che cosa stavi facendo alle 01.48?? O_o
    Speriamo almeno che poi ti sia piaciuta! :-D
    Sì, il bello di questa torta è proprio questo: è fantasticamente morbida, profumata e non ha un grammo di grassi...tranne quei 4 fiocchetti che dovresti disporre in superficie per evitare di fare bruciare le mele...fantastico, vero? :-D
    Adesso però mi hai incuriosita con la versione al kamut...devo trovare questa farina!!! ^____^

    RispondiElimina
  34. ehm a parte che io soffro.. d'insonnia :(
    poi stanotte non so, non avevo sonno... il che è strano perché per quanto poco dormo, la sera solitamente collasso -_-
    più tardi ti dico!! :)

    la farina di kamut la trovi anche all'esselunga e pure di buona qualità tutto sommato, io invece ne ho trovata una buona buona, bianca bianca, che è una farina integrale di kamut. Trovata in un negozio biologico! ma ormai la trovi ovunque, davvero :)

    RispondiElimina
  35. Ciao Ago... la torta di mele e ' un must che piace sempre a tutti e questa versione alla Nonna Papera e' proprio appetitosa :) E poi non ha burro ne' olio... questo e' fantastico! :)

    RispondiElimina
  36. fiOrdivanilla: ma almeno te lo sei fatto un sonnellino, pomeriggio? Non ti fa bene dormire così poco :-( hai provato con una tisana di malva e tiglio bella potente?
    La farina di kamut l'ho trovata stamattina in un negozio di prodotti macrobiotici :-D
    L'avevo vista all'esselunga tempo fa, ma non l'avevo presa...:-P
    Qui invece ne ho trovata una integrale al kamut ed una bianca di semola rimacinata al kamut..devo decidere qual è meglio! :-D
    ...fu praticamente un colpo di fortuna...:-P

    Katia: Sì Katia, poi io sono sempre alla ricerca della torta di mele perfetta :-D
    Devo dire però che questa ricetta mi ha molto soddisfatta, sia per il suo sapore molto intenso che per il fatto che non contiene nè olio e nè burro e fino ad oggi, tutte le versioni che ho provato, li prevedevano in un modo o nell'altro...poi Nonna Papera è Nonna Papera! :-DDD

    RispondiElimina
  37. nu ... il pomeriggio mi deprime fare il sonnellino! :(
    .. sorrido ogni voltaa leggere di queste tisane, intrugli, pozioni.. :D eheh ne ho provate di tutte, credimi.. ho preso la melatonina per mesi e mesi ma senza risultati. Che dire... il problema è uno e uno soltanto e i tranquillanti naturali di certo non hanno il potere di cambiare le cose né di impedire alla nostra mente di pensare, purtroppo.

    Ah ma quindi l'hai presa subito subito!?!? grandeeeeeeeee e dimmi, la provi?? però se la provi ti devo dare le dosi (se vuoi) che ho usato perché questa farina assorbe chiaramente molto più liquido quindi se non sbaglio io ho messo circa 160 ml di latte:) epoi ho usato il tic, dolcificante liquido senza retrogusto e senza aspartame. Credo sia la torta più light e salutare (per il kamut) che io abbia mai provato!! e tra l'altro.. BUONISSIMA. il sapore e il profumo del kamut fa la differenza. E poi ci ho messo 2-3 cucchiaini di semini di anice nell'impasto :) poi le mele: 5 in totale, 3 a pezzi nell'impasto e 2 tagliate a spicchi perfetti (con il tagliamela :D) e disposti a raggiera :) sul mio flickr avevo già postato una torta di mele poche settimane fa.. quella a forma di .. rosa :) sì sì :))

    RispondiElimina
  38. Ma dai..anche a te? A me pure, quindi se per caso la notte dormo male, il giorno è anche peggio!
    Che prendi quelle cose...dovresti piuttosto pensare che la tua salute viene prima di tutto e tutti! Lo so che non è semplice, anzi...ma così non puoi fare lunga strada...:-(
    per la farina: no, ancora non l'ho presa :-D sto decidendo quale prendere e non so se è meglio quella bianca di semola rimacinata o l'altra più integrale (se non mi ricordo male) sempre di kamut :-D
    Tu che sei più esperta di me, cosa consigli? :-D
    per la torta, è la stessa cosa che ho pensato anch'io appena l'ho assaggiata...light, profumata e salutare, ma immagino che con il kamut lo sia ancora di più!
    Hai fatto benissimo a mettere tutte queste mele, in pratica 1 in più, ed ancora meglio a disporle in questo modo: come ho scritto sopra, secondo me, con le mele nell'impasto acquista moltissimo nel sapore!
    E la forma a rosa, sìsì, l'avevo già vista :-D molto bella! A me, era venuta una forma simile ad un fiore mettendo le mele in verticale e facendole affondare un pochino nell'impasto, specialmente la prima volta che ho fatto questa torta...era venuta molto bella con questa disposizione, ma avevo usato uno stampo basso e quindi un pò di torta fuoriuscì, creando un effetto bruciatino nero sui bordi...una tristezza!!! :-(((
    Comunque non vedo l'ora di comprare questa farina, voglio proprio iniziare ad usarla :-D

    RispondiElimina
  39. la torta sul davanzale propriocome nonna papera!! e io vorrei essere ciccio e venire a rubacchiarla! un'ottima ricetta!

    RispondiElimina
  40. ecco, già sveglia da un'ora :\
    ... guarda non me ne intendo ancora moltissimo di questa farina, ma chiedo alla moglie di mio fratello che è molto più esperta di me in senso nutrizionale (perché è medico;) e poi ti so dire. ma tu cosa vorresti sapere esattamente, voglio dire... "è meglio" l'una o l'altra su che criterio?

    :)

    RispondiElimina
  41. come è golosa questa colazione...le ricette di nonna papera anche io le immagino genuine e nutrienti...un baciotto
    Annamaria

    RispondiElimina
  42. Dauly: :-DDD chissà poi perchè era proprio Ciccio e non i paperini...:-D

    FiOrdivanilla: :-/ molto male...Manu non so perchè non riesci a dormire bene, ma non potresti iniziare a pensare a tutte le cose belle che hai e lasciar stare tutti i pensieri negativi? Penso che questa sia l'unica soluzione! :-*
    Per la farina: quando ieri mi son ritrovata questi due tipi da scegliere, ho iniziato a pensare a quale fosse meglio come sapore ed anche come situazione nutrizionale...ecco sì, era questo il mio dubbio, proprio sapere la differenza tra l'uno e l'altro tipo...quella che usi tu, è semola rimacinata di kamut o solo kamut? il punto è anche un altro: sto usando anche altri tipi di farini (riso, grano saraceno, ecc.) ed ho notato la differenza di assorbimento tra l'una e l'altra, quindi sto proprio cercando di capire sto meccanismo...ed anche per quanto riguarda quest'altra credo si porrà lo stesso problema, infatti si vede anche dalle tue modifiche alla ricetta :-D quindi devo capire anche la differenza di consistenza...:-*

    Unika: Ehilààà Annamaria! Come stai? Hai fatto la Pet?
    Sì, infatti, è davvero un librino di ricette di questo tipo...proprio come quello che una nonna dovrebbe avere...:-D

    RispondiElimina
  43. allora conto di farti sapere quanto prima le varie differenze nutrizionali intanto ti dico quel ch so:
    la farina dell'esselunga è quella originale, una farina molto fine quindi penso RImacinata. Infatti appare molto fine al tatto (ce le ho ora qui davanti a me, le ho portate qui apposta per scriverti:) io sono molto concreta ahahah) e molto chiara, quasi bianca. Quasi.

    Invece quella integrale è, appunto, integrale e si vede dal colore e dalla leggerissima granulosità, tanto che se provi a setacciarla qualcosa del germe di grano rimane nel setaccio, anche se poi passa anche quello talmente è fine.
    Questa integrale si ottiene dalla semplice macinazione del kamut.

    Penso abbia un sapore più pronunciato (credo eh, devo ancora riprovare la torta con il kamut di semola a sto punto:).

    Comunque in generale la farina di Kamut rispetto alla farina di grano duro classica è leggermente più dolce nel sapore (e fin qui l'avevo notato). Nutrizionalmente ti posso solo dire che (a mio avviso è un grande vantaggio e beneficio) la farina di Kamut contiene meno carboidrati (ottimo!) e di conseguenza più lipidi e proteine! Quindi, da quanto mi aveva detto anche mia cognata, fare un uso regolare di questa farina in sostituzione di quella comune, comporta una gran diminuzione di voglia di dolci in particolar modo. Questo molte grazie, secondo me, alle proteine.
    quindi c'è proprio da pensarci ad usarla di più, perché a quanto pare si può tranquillamente usare in qualunque preparazione, pasta all'uovo e non, pane e tutti i tipi di prodotti che prevedono farina, quindi torte e biscotti.

    RispondiElimina
  44. Ollapeppa, un'enciclopedia sei!!! :-D
    ma chissà perchè io e te ci siamo conosciute solo ora...mi piaci un sacco come persona, davvero! :-D
    Quindi, facendo un riepilogo, l'integrale è semplice kamut macinato, mentre l'altra è appunto rimacinata e quindi più raffinata...giusto?
    meno carboidrati...perfetto! Devo proprio provarla, se poi ha la particolarità di farti diminuire la voglia di dolci è perfetta! ;-D

    RispondiElimina
  45. davvero, spiace anche a me non averti conosciuta prima.. oddio, conoscerci sì, sapevamo di "Ago" e "fiordivanilla" ma niente più! Sù sù recuperiamo!! :D
    Intanto se hai voglia di proporre una ricetta di mele in gabbia sei la benvenuta per l'ultimo post che ho scritto ;) tenendo in considerazione questo argomento Kamut non sarebbe affatto male provare a fare una brisee con farina di kamut. Frolla no perché troppo spessa per fare da 'gabbia'; sablée troppo burrosa, più adatta ai biscotti o a croste per pesce o altre cose sfiziose..

    cmq cmq.
    si hai capito benissimo. Insomma la farina integrale è una denominazione credo che valga per tutte le farine: le farine sono ottenute dalla macinazione di chicchi di grano liberati dalle impurità. Però c'è una distinzine da fare: le farine di grano tenero e di grano duro. E la farina di kamut è certamente una semola quindi grano duro.
    Se le farine normali vengono utilizzate principalmente nella panificazione, le farine di semola sono più adatte per la pasta (infatti come saprai bene la pasta fatta in casa è solitamente farina di semola e acqua, come riportano tutte le scatole di pasta in commercio, non all'uovo).

    Da queste considerazioni si può pensare che per fare il pane, ad esempio, credo sarebbe meglio tagliare la farina di kamut con una percentuale seppur piccola di farina di grano tenero oppure addirittura il contrario, farina di grano tenero tagliata con quella di kamut (o altro grano duro).

    Per la farina integrale invece la questione è questa:
    il grano viene sottoposto a macinazione e così facendo si elimina progressivamente la crusca, la parte più exsterna del chicco d grano (il chicco è composto da da 3 parti: la crusca, il germe di grano e l'endosperma - all'esselunga c'è anche, per dire, oltre alla crusca anche un prodotto della Molino che si chiama Germe di Grano,che è la parte più pregiata e più nutriente del chicco).
    L'endosperma è la parte più interna, più ricca di amido (quindi glutine) e proteine. Più la farina è ricca di amido, maggiore è la presenza di glutine.

    Quindi man mano che si macina si ottine una farina sempre più fine, bianca e raffinata.

    Per quanto riguarda la qualità.. beh, noi puntiamo diciamo sul fatto di voler fare un certo tipo di dolce o prodotto.. ma nella produzione dolciaria solitamente la farina per eccellenza è quella invece più raffinata possibiile poiché ricca di glutine (tanto che esiste il Fior di Farina).
    Questo perché è il glutine che permette agli impasti di gonfiarsi ebene durante la lievitazione.
    Tuttavia nelle torte questo aspetto credo non importi sempre e comunque, perché si può utilizzare il lievito e sono cmq lievitati di gran lunga diversi dal pane! :)

    RispondiElimina
  46. Io sto scoprendo le ricette del manuale grazie alla raccolta, mi spiace non averlo avuto!
    La torta di mele è un classico di cui non ci si stanca mai!

    RispondiElimina
  47. fiOrdivanilla: :-D sicuramente! :-D
    Ho letto il tuo post e sicuramente elaborerò qualcosa, vediamo...

    Per il discorso farine in generale, la tua descrizione è ottima, ma per quanto riguarda la pasta non è sempre solo farina di semola e acqua. Certo, il colore è dato dalla semola, ma c'è quando l'impasto prevede le uova,Come in questo caso e quando invece no, come in quest'altro...dipende dai casi...

    Per il fatto del kamut e di tagliare la farina, io solitamente faccio così anche con la semola se la uso per panificare...ho notato che il pane viene meglio...e guarda le cose strane della vita, proprio il prodotto di cui parli tu, il germe di grano, ero indecisa se prenderlo o no l'altra volta, proprio all'Esselunga, ma ho già un mucchio di altre farine, crusca, ecc. ed è meglio se prima smaltisco quelle :-D
    Hai centrato un punto: il glutine. Sto cercando di imparare ad utilizzare le farine che non lo contengono e la cosa si sta dimostrando alquanto complicata. Vorrei riuscire ad ottenere qualcosa di decente, anche come lievitati, utilizzando le farine naturali e non è uno scherzo (l'ultimo pane al grano saraceno che ho fatto, è venuto una soletta)...spero di arrivare a qualche risultato, comunque :-D
    Sembra che giochiamo al piccolo chimico eh? :-DDD

    A parte questo, non so se si è capito che amo variare e sperimenstare nuovi prodotti..il kamut, come ti dicevo, è tra i miei progetti, più che altro perchè l'ho studiato un attimino ed ho visto la particolarità di questo tipo di grano che non è stato modificato geneticamente nei secoli ed è stracolmo di sostanze nutritive, maggiore apporto lipidico e proteine, come dici tu, quindi è davvero un ottimo prodotto...l'unica pecca è proprio il suo apporto di glutine che è pari o anche superiore a quello del grano classico....ma non per questo non lo proverò lo stesso :-D
    Diciamo che è un periodo che faccio più prove con le farine senza glutine, ma la prossima settimana andrò a prendere anche questa farina :-D
    Ammazza...in questo post abbiamo un concentrato di nozione tecniche alquanto rilevante eh?
    grazie Manu, sei un tesoro! :-D Ma senti seee...la mela in gabbia te la tramuto quasi geneticamente (lasciando tutti i cromosomi al loro posto però :-D), va bene lo stesso? :-D


    Tania: eh a chi lo dici tania, anche a me dispiace...dalle pagine che ho letto, ho notato che è proprio un bel libro...antico...amo le cose antiche, i libri soprattutto!
    Meno male che almeno quella resta un punto fermo, con questo mondo che corre e va e che sembra che riferimenti non ne abbia più...la torta di mele c'è sempre! :-D

    RispondiElimina
  48. ah, la torta di mele.. che meraviglioso ever-green culinario.. mi ti vedo con la torta appena sfornata che si raffredda sul bancone, espandendo per l'"aere" quel delizioso profumino.. complimenti cara!! un bacione ;)

    RispondiElimina
  49. uhm che bella, poi sai che io amo le torte di mela no?!? ;-D

    RispondiElimina
  50. Ciao, sono passati 40 anni, è vero, ma la torta di mele rimane sempre un must. Io di recente ho fatto una leggera variante alla ricetta tradizionale aggiungendo anche dei pinoli. Se ti vadi curiosare vieni a farmi un saluto
    http://lapappaalpomodoro.blogspot.com/2010/05/torta-di-mele.html
    Ciao Gnam Gnam

    RispondiElimina
  51. pensavi (speravi!) NON ti scrivessi più qui ehh?? e invece noo :D

    discorso troppo interessante per lasciarlo così a mezz'aria.

    Ascolta... non ho ben capito - scusami :( - cosa intendevi dicendo
    per quanto riguarda la pasta non è sempre solo farina di semola e acqua. Certo, il colore è dato dalla semola, ma c'è quando l'impasto prevede le uova,Come in questo caso e quando invece no, come in quest'altro...dipende dai casi... ho guardato e letto le differenze ma non ho capito cosa intendevi.. spiegami spigami! che voglio capire io!

    Io prendo sempre il germe di grano e la crusca, simili alla vista ma diversi nutrizionalmente. Però non li uso certo per fare il pane, mi sa che rimangono tipo dei grumoni poi dentro O.o' a meno che non si mescolino con la farina e POI si aggiunge acqua poco per volta al fine di amalgamare tutto per bene ma allora si aggiungono così come si aggiungerebbero semini di sesamo piuttosto che altro.. no?
    Perché non sono fini come la farina..
    ma una curiosità: hai mai provato ad aggiungere farina di mandorle .. ehm .. per fare un pane?? Io no ...

    anche io vorrei provare farine senza glutine e fare un pane decentemente buono.. ma per ora l'ho vista dura. Almeno che non si taglia la farina senza g.con altra farina normale.. non so :\ perché il glutine, stimolato dall'acqua, rende l'impasto elastico... senza questo l'impasto è gnucco! ahahah
    Non so. Vlevo provare a fare il pane senza impasto totalmente con farina di kamut (o con lievito secco, oppure con lievito madre come faccio di solito, ma in quest'ultimo caso un minimo di farina bianca normale ci sarebbe (a seconda di quanto lievito madre uso. Nel caso del pane senza impasto, circa 50 grammi.. quindi un niente!).

    Giochiamo al piccolo chimico, sììì e poi .. io ho sempre pensato che chi lavora in cucina con la testa fa una sorta di alchimia.

    Essì, purtroppo ha un elevato contenuto di glutine il kamut :(
    e proprio per questo, per l'elevato contenuto di glutine, cioè di proteine del grano, la farina di Kamut è adatta per la preparazione di pasta, anche senza l'aggiunta di uova..


    hey hey hey .. la mela puoi tramutarla anche in cammello.. se è questo che ti ispira la mia foto, andrà bene lo stesso! :D

    (mo' metto in copia questo commento, perché se mi si dovesse cancellare - per qualche oscura ragione - divento una iena :O

    RispondiElimina
  52. Cherry: :-DDD Già, immaginati la scena!!! ed immaginati anche la sottoscritta con la bavetta alla bocca che aspetta di poterla assaggiare :-DDD

    FairySkull: lo so, lo so...anche io le adoro...cerco sempre quella più buona e questa lo è davvero, ma la ricerca continua! :-DDD
    la prossima volta provo con il kamut come manu...sono proprio curiosissima! :-D

    Gnam Gnam: Sai che, quand'ero piccolina ed andava sempre alla ricerca di ricette di torte di mela, una delle ricette più gettonate era quella che conteneva pinoli ed uvetta?
    All'epoca non li amavo particolarmente, ma devo ripescare quella ricetta e rifarla...giusto in memoria dei vecchi tempi! :-D
    E certo che passo un attimino da te, anzi, tanto piacere di conoscerti! :-D

    RispondiElimina
  53. heeey...
    fammi sapere, se hai voglia, cosa intendevi con quella frase, che non avevo capito :( scusami.. ma ci tengo :)

    RispondiElimina
  54. :-DDDD ebbene sì, una speranza ce l'avevo :'(
    ahahaahahahah :-DDDDDDD nooooo invece, anche a me piace questo discorso :-DDD
    Non ti ho risposto subito solo perchè il discorso è un pelino lungo, ma...non posso nemmeno farti aspettare millennni, quindi...;-D

    Allora, la mia risposta era relativa a quello che tu hai scritto qui, cioè:
    "Se le farine normali vengono utilizzate principalmente nella panificazione, le farine di semola sono più adatte per la pasta (infatti come saprai bene la pasta fatta in casa è solitamente farina di semola e acqua, come riportano tutte le scatole di pasta in commercio, non all'uovo)."

    Allora, non è proprio così...intanto bisogna fare una distinzione tra pasta secca e pasta fresca.

    - La pasta secca è la pasta prodotta industrialmente con semola di grano duro senza aggiunta di grano tenero, infatti il suo colore giallo dorato, poco poco ambrato, è dato dalla semola. Se il colore è più scuro vuole invece dire che alla semola, è stata aggiunta farina di grano tenero...

    Quindi quella fatta di sola semola di grano duro è la pasta secca.

    - Per quanto riguarda la pasta fresca, invece la farina + utilizzata e consigliata è la 00 mista ad un 30% di semola di grano duro, ma le versioni sono infinite...
    Credo che tutto parta dalla storia, nel senso che, la pasta in casa s'è fatta sempre in Italia e tutte le Regioni hanno le loro versioni, quindi può variare la farina, il numero delle uova utilizzate - se sono previste...insomma, c'è da sbizzarrirsi!
    Io faccio spesso pasta in casa e posso dirti che, se faccio i maccheroni classici con il ferretto che si fanno qui, uso la farina 00 + acqua, mentre per la sfoglia per la lasagna, le tagliatelle o le paste ripiene, l'impasto è di 1 uovo ogni 100 gr di farina (solitamente 00 o mista con un 30% di semola)... ma non per questo non amo anche la pasta fatta in casa ottenuta con la farina di semola (e qui arriviamo alla pasta che dicevi tu, credo).

    Con questo tipo di farina ho fatto, appunto come ti dicevo: I cavatelli senza uova, I quadrucci con le uova ed altre paste che non ho pubblicato, ma insomma il concetto non cambia, la pasta fatta in casa non dev'essere per forza fatta con la semola di grano duro e la presenza o no delle uova è indifferente...l'obbligo della semola riguarda le paste industriali.

    Non so se mi sono spiegata, spero che il discorso non sia troppo ingarbugliato :-S

    RispondiElimina
  55. Per il pane, neanche io ho mai usato germe di grano e crusca per fare il pane, ma chi li usa sicuramente miscela le farine, credo...tieni conto che la crusca è già leggera leggera, quindi unita alla farina si amalgama bene, ma per quello che riguarda il germe di grano, non so...penso però che venga ridotto in farina...un pò come tutti i semi..però non so di preciso, ancora non l'ho utilizzato per questo scopo ;-D
    Non ho aggiunto nemmeno farina di mandorle nel pane, ma credo che il risultato sarebbe lo stesso che con tutti gli altri incroci...penso che verrebbe fuori un pane con un leggero sapore di mandorle :-) non so però se mi piacerebbe! :-D
    Il problema delle farine senza glutine è proprio questo....non hanno glutine, quindi da sole non vanno proprio da nessuna parte... per ottenere un buon pane, intendo! Ho visto proprio l'altro giorno un pane fatto con farine senza glutine ed era una suola di scarpa :-D a meno che, non vengano utilizzati i mix di farine già pronti, oppure lo xanthano...una sostanza difficile da trovare, ma che, se ho capito bene, svolge la stessa funzione del glutine negli impasti...devo informarmi meglio però...;-P

    Purtoppo, per fare un buon pane con le farine senza glutine o usi quello che ho detto sopra, oppure misceli le farine con glutine a quelle senza glutine, altrimenti non c'è niente di bene :-/

    La chimica...è tutta chimica in cucina...tutto proporzioni, calcoli...meno male che era una delle mie materie preferite :-DDD
    Scherzi a parte, è una cosa di cui sono proprio convinta, la cucina è alchimia! :-D
    Ed il Kamut lo devo proprio provare...per ora meglio di no però, altrimenti diventa un chiodo fisso e per ora non posso dedicarmi alla cucina, ma lo provo, mi sta incuriosendo moltissimo e credo che valga proprio la pena usarlo ;-D

    La mela...ci sto pensando, appena ho un'idea chiara in testa, mi metto a produrre! :-D

    Ehi, incredibile che ancora il PC non si sia spento e che questo commento è qui, miracolooooo!!!!! :-D
    Lo invio subito...non si sa mai O_o
    Bacioni enormi Manu :-****
    Amo molto i commenti vissuti come un qualcosa di costruttivo, invece dei soliti complimenti che non portano da nessuna parte ^_^

    P.S.: doppio commento per risponderti...ammazza non m'era mai successo che non mi entrasse tutto in uno!!! :-D

    RispondiElimina
  56. Manuuuuuuuuuu ho visto adesso che m'hai scritto nel mentre che scrivevo sto papello :-D Pensavi che non ti rispondessi??????? ma nooooooooooo!!!!! :-**********

    RispondiElimina
  57. ahhhhhhhhhh
    adesso ho capito!! sì che è chiaro, perché non dovrebbe! Grazie ora ho capito e mi hai dato anche informazioni che non sapevo così dettagliatamente. Non sono moltissime le volte che ho fatto la pasta fatta in casa, abbastanza ma non tantissime diciamo. Ogni volta che la faccio mi piace fare qualcosa di particolare ecco:) questa mi ha soddisfatto tantissimo e queste pure. Però per le orecchiette c'è da allenarsi :( sono orribili aahahah e va beh.

    Però d'ora in avanti una percentuale di 00 la metterò, grazie!:) anche perché, credo, l'impasto venga più lavorabile, non so.. credo più morbido in un certo senso. Sbaglio?

    RispondiElimina
  58. cì :( pensavo non rispondessi :(

    ok dai, ci siamo arricchite tantissimo con questi commenti a questo post... cioè,... tu pensa, siamo partite da una torta di mele di nonna papera. muahahaahah la Nonnetta porta consiglio :D

    Davvero, io pure lo trovo costruttivissimo fare così... non so, a volte alcuni commenti da me mi fanno un po' sorridere (ironicamente però).. perché boh.. passano solo perché io magari passo dal loro blog e allora si sentono obbligati a farlo.A me non va tanto così, preferisco commentino solo quanto ne sentono veramente la necessità di complimentarsi, di dire o chiedere qualcosa.. ma tipo "uao! bella ricetta! ciao!" .. cioè, ti pare ? ... -_- va beh.. ognuno ha il proprio modo di vedere le cose. Noi le vediamo abbastanza similmente a quanto pare :DD

    grazie di cuore di tutto quanto amica mia, è sempre un piacere immenso!

    RispondiElimina
  59. Ma noooo...perchè non avrei dovuto risponderti? :'(

    Invece anch'io la pensavo come te qualche tempo fa...nel senso che, ho sempre impastato la pasta con farina 00, ma qualche anno fa (2 anni fa, mi pare), cioè dopo che ho comprato la mia prima farina di Altamura, ho iniziato a fare la pasta con la semola e mi sono detta "cavolo, vuoi vedere che fino ad oggi ho sbagliato tutto???"...ma più che altro perchè, come dici tu, nelle confezioni della pasta industriale c'era scritto così!

    Piano piano però, utilizzando la semola mi sono resa conto delle differenze, per es.: con la farina 00 l'impasto viene perfetto, elastico al punto giusto per la pasta e non tende ad asciugare facilmente, cosa che invece succede con la semola...che però, per alcuni tipi di pasta è più indicata secondo me, perchè tiene meglio la forma in cottura e resta più "callosetta", più cotta al dente, insomma...
    Per la lasagna però, continuo a preferire la 00...
    Insomma, poi ero piena di dubbi e così ho fatto un paio di ricerche per capirci qualcosa di più!

    Sinceramente, scriverti quello che sapevo è servito anche a me....quando scrivi tutto diventa più nitido, anche nel tuo cervello, vero?

    E' vero!!! La Nonnetta porta consiglio :-DDDDDDDDDDDDDDDDDDD

    Invece grazie a te per il discorso del Kamut, peccato non averlo fatto prima...adesso devo aspettare almeno un mesetto prima di poterlo comprare (se prima non finisco gli esami NON POSSO, altrimenti penso sempre a come poterla usare e non va bene per niente -_-') ...:-DDD

    Già...i commenti di quel tipo nemmeno a me piacciono molto...poi vabbè, dipende pure con che tono vengono fatti! Ormai riesco a capire quando è detto sinceramente o no (nel senso di lasciarti il commento giusto per la visita), quindi nel primo caso, sono felice di quel commento, nel secondo...-_-
    Ci siamo capite! :-DDD

    Poi pensa...merito di Nonna Papera anche se iniziò tutto ciò...ma ti rendo conto??? La Nonnina dell'Amicizia :-D
    incredibilmente incredibile! :-*********************

    RispondiElimina
  60. Nonna papera aveva ragione a fare una torta cosi! Che buona! A presto, Giorgia

    RispondiElimina
  61. :-D Vero Giorgia, la torta più genuina di questo mondo! :-D

    RispondiElimina
  62. Ciao... ho sempre cercato una torta cosi semplice... ma una domanda... quanto tempo devo metterla al forno?? e per quanto tempo??

    grazie!!

    RispondiElimina
  63. scusate volevo dire quanto tempo e a che temperatura

    grazie!!

    RispondiElimina
  64. sono arrivata su questo sito grazie al concorso... e che ci trovo? Una foto in pieno stile paperopoli, ottima idea, ottima la crosticina sulle mele!

    RispondiElimina
  65. @Anonimo: Ciao! Questa torta va infornata a 180° (forno preriscaldato), mentre per quanto riguarda i tempi di cottura, impiega circa mezz'ora. Naturalmente, è importante fare sempre la prova stecchino, dopotutto ogni forno è diverso dall'altro, ma in linea di massima le indicazioni da seguire sono queste! :-D

    RispondiElimina
  66. @Zolletta: :-D detto tra di noi, in onore di Nonna Papera si poteva fotografare solo così, sul davanzale! :-D

    RispondiElimina
  67. Scusate..io ho fattol a torta di mele seguendo di pari passo il procedimento.. risultato? mbè una torta dal sapore accettabile ma bassa bassa...non è ricresciuta per nulla...come è possibile? Federica

    RispondiElimina
  68. Ciao Federica!
    Questa torta è molto semplice, non ci sono difficoltà nell'esecuzione, quindi se è rimasta bassa, vuole dire che hai usato uno stampo troppo grande (tieni conto che con queste dosi, per avere una torta molto alta, devi usare uno stampo da 20, massimo 22 centimetri, ma anche da 24 viene bene), altrimenti il problema sta nel lievito che hai utilizzato, ma io andrei a controllare lo stampo, prima di tutto.
    Per quanto riguarda il sapore, lì non posso farci niente :-D
    Questa è una semplice torta di mele fatta dalle nonne, anche la mia la faceva così, semplicissima e tutta mele...data proprio l'alta percentuale di mele e lo zuccherino che va messo sopra, è chiaro che il sapore che prevale è quello delle mele zuccherate! A te non è venuta così?
    Forse cercavi un tipo di torta di mele diversa, non so!
    Comunque ti consiglio di riprovare a farla, seguendo tutti i passaggi ed utilizzando uno stampo di diametro più piccolo!
    Bacioni e fammi sapere
    Ago

    RispondiElimina
  69. Questa me l'ero persa: bellissima l'idea di fotografarla dietro la finestra, come ogni buona torta di mele dovrebbe fare ....
    Dicevi bene: F l'ha realizzata fedelmente :D
    Ancora complimenti :DDD

    RispondiElimina
  70. la torta di mele con le mele in verticale é buonissima!!!un successone!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lorenza! :-D Io le adoro in tutti i modi! :-D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...