sabato 3 aprile 2010

30
commenti

I Cudduraci





cudduraci primo piano


..E' Pasqua!!!! :-D
Sembra strano se penso che Natale è stato l'altro ieri...ma non si può dire che l'aria primaverile e pasqualina non si avverta, basti pensare ai buonissimi profumi che ti toccano i sensi appena metti il naso fuori di casa... e questo succede in tutto il Mondo: ognuno ha le sue ricette tipiche, le sue tradizioni...

I Cudduraci sono i dolci tipici pasquali di Reggio Calabria e provincia (nelle altre province calabresi, questi dolci prendono nomi diversi e lo stesso si può dire della Sicilia).
In generale, comunque, questo particolare dolce è tipico di quasi tutte le Regioni del Sud Italia ed in ogni posto assume non solo forme diverse, ma anche nomi diversi :-D
Anticamente era fatto di pasta di pane, ma con il tempo la ricetta venne modificata in una pasta frollosa.
I Cudduraci sono fatti anche per essere regalati, come tutti i dolci tradizionali delle feste, ed anticamente, c'era anche l'usanza che la ragazza lo facesse per il suo fidanzato, inserendo all'interno della pasta tante uova per quanto fosse grande il suo amore per lui (potevano esserci anche 25 uova in un solo biscotto O_o)...e comunque le uova non vanno mai messe in numero pari...un pò come le rose :-D

Era sempre una festa per me, quando mia madre iniziava a farli, più che altro perchè poi avrei potuto colorare le uova sode che lo abbellivano...che divertimento!!! :-D
Tutte le uova scarabocchiate con le matite, stando bene attenti a non toccare i bordi di pasta! ;-)

E con l'immagine di una bimba che colora il suo dolcino, auguro a tutti Voi una felicissima Pasqua...serena, soprattutto! :-*

I Cudduraci

Ingredienti

  • 1 kg di farina
  • 400 gr di zucchero
  • 4 uova
  • 200 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente
  • un bicchierino di liquore (Amaretto, Cointreau o altro di vostra preferenza)
  • 2 bustine di lievito in polvere
  • estratto di vaniglia
  • la scorza grattuggiata di un limone
  • un pizzico di sale
uova sode


impasto e uova-cudduraci


Miscelare la farina con lo zucchero, il lievito e sale. Fare una fontana ed inserire al centro le uova, l'estratto di vaniglia, la scorza del limone ed il burro a pezzetti.
Impastare velocemente e dare all'impasto le forme che si preferiscono: cestini, colombine, ecc.. Inserire al centro di ogni dolce un uovo o più e decorare l'impasto come più si preferisce (si possono usare zuccherini colorati o argentati, oppure decorare l'uovo con treccine di impasto...diamo spazio alla fantasia!)
L'impasto deve essere steso ad un'altezza di 1,5 - 2 cm.
Infornare a 180° per 15- 20 minuti.


cestino e cudduraci

30 commenti:

  1. Oh, ma son bellissimi i tuoi cudduraci!
    Ti posso immaginare colorando le uova. :)
    Buona e serena Pasqua anche a te...

    Marcela

    RispondiElimina
  2. ma che bello il cestino nel cestino! belle foto e carinissimo il decoro dell'uovo, brava. Mi piacciono tanto le storie sulle tradizioni gastronomiche di una volta, se poi a raccontarne una è una deliziosa bambina intenta a disegnare, l'immagine che ne viene è dolcissima... Buona pasqua anche a te! a presto

    RispondiElimina
  3. Che belli cudduraci....nel paese di origine dei miei nonni paterni si chiamano cuzzupe e l'altro giorno li ho pubblicati sul mio blog.

    Bravissima e bella l'idea di decorare le uova.

    Buona Pasqua

    RispondiElimina
  4. che belle le tradizioni!!e che belli i tuoi cestini di uova !!!auguri di Buona Pasqua carissima Ago a te e fam ..un abbraccio Tittina

    RispondiElimina
  5. AGO!!!!!!!!!!!!! LE DOSI DELLE CODDURE DI MIO ZIO SONO IDENTICHEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!! Che roba assurda!!!!!!! :D
    Bellissime ovviamente XD

    RispondiElimina
  6. bellissimo!!! una dolce opera d'arte!!!!!!!!
    adoro le tradizioni:)))
    tanti cari auguri di buona pasqua!!!!!!!!!!!
    bacioniiii!

    RispondiElimina
  7. Bellissimi!!! L'ho già visti sul Flickr e aspettavo la pubblicazione per saperne di più! Bravissima, sono veramente particolari!
    Tantissimi auguri anche a te!!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  8. ma che spettacolo!
    Bellissimi!
    Spero che nessuno mi ami così tanto, con 25 uova mi ricoverano nel giro di un'ora ahahhaha!
    Baci baci e AUGURI ora vado a farli anche alla tua 'collega' Rosmarina!

    RispondiElimina
  9. Eh si..voi del sud i dolci li sapete proprio fare!! ottimi e davvero bellissimi questi dolcetti!! perfetti per la Pasqua con l'ovetto nel mezzo ;)
    baci baci e tanti auguri

    RispondiElimina
  10. Che buoni questi dolci della tradizione! E bravissima tu a realizzarli con tanta maestria. Buona Pasqua e buona "scorpacciata"! Deborah

    RispondiElimina
  11. FA VO LO SI!!!! complimenti!!! Buona Pasqua!! ciao!

    RispondiElimina
  12. Devi spiegarmi proprio ome si fanno le formine dei cestini...sono bellissime!

    RispondiElimina
  13. Questi cestini sono troppo graziosi, siamo incantati davanti a queste tue creazioni, davvero bravissima!
    Buona Pasqua da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  14. Ahah fantastica...non sono a casa con la mamma però la tua foto me l'ha fatto sentire un po' più vicina. E anche il tempo è tornato un po' indietro. Grazie
    P.s.: da me (vicino cz) si chiama cuzzupa, ma credo si faccia ancora con la pasta del pane

    RispondiElimina
  15. Stupenda questa ricettina tipica!!!
    Attraverso i blog si scoprono così tanti bei dolci tradizionali...la nostra Italia ha un patrimonio storico culinario immenso!
    Che bello l'uovo decorato così poi!
    complimenti!
    auguri anche se in ritardo...buona pasquetta!
    Terry

    RispondiElimina
  16. Marcela: :-D sì, è una bella immagine, vera!

    Cristina: Grazie Cri! :-D

    Alice4161: Sì, è la tradizione questa di colorare le uova, anche se non tutti lo fanno...di solito si preferisce solo agghindare il dolce, ma c'è anche chi colora le uova prima con le barbabieole o gli spinaci, oppure li dipinge...questa è la cosa che io ho sempre fatto :-)
    Vengo a vedere le tue :-D

    Tittina: Grazieee Cuochina!!! :-D

    Rosmarina: :-DDD ma non è assurdo!!! E' la tradizione! ;-P

    Chiara: E me ne sono accorta che adori le tradizioni! :-D Anche a me piacciono tanto, questi biscotti dovresti provarli ;-)

    Bacioniii e Buona Pasquetta a tutti! :-D

    RispondiElimina
  17. Oxana: Sono molto semplici davvero Oxana, semplicissimi biscotti, ma grossi di spessore ed ottimi da essere inzuppati...morbidi morbidi...deliziosi! :-D Sono felici che ti siano piaciuti! :-D

    LaGolosastra: :-DDDD Spero anch'io che nessuno ti ami mai così tanto :-DDDDD
    A parte gli scherzi Cri, auguri anche a te! :-***

    manuela e silvia: Ciao Sisters! :-D
    MA no, i dolci li sapete fare anche al Nord..certo, i sapori sono diversi, ma ad ognuno i suoi, vero? Questi sono più del Sud, credo, sono molto semplici, ma aromaticissimi...deliziosi biscotti morbidosi! :-D

    il sapore del verde: Grazie Deb!!! :-D Buona scorpacciata anche a te! :-***

    Federica: Grazie Fede! ;-*

    RispondiElimina
  18. BARBARA: Ciao Barbara! certo, poi magari faccio uno schemino con le proporzioni ;-)
    intanto, guardale meglio QUI
    Bacioni :-D

    Luca and Sabrina: Trppo gentili ragazzi, ma greazie!!! :-D

    Matteo: :-D Sai, anche a me ricordano mia mamma...è un modo per sentirla ancora vicina...quindi sono proprio felice che ti abbiano fatto sentire vicina anche la tua!:-D
    E sai che proprio l'altro ieri, ho assaggiato un cuddurace fatto sicuramente con la pasta di pane? era troppo briochoso per essere la solita pasta..può essere che assomigliasse ai tuoi? era proprio buonissimo! :-D

    FairySkull: Buonissima Pasqua anche a te cara Lisa! :_D

    terry: hai proprio ragione...i blog sono la voce della gente ed è bello che ognuno trasmette le sue conoscenze, soprattutto quelle tipiche dei posti in cui si è nati...tradizioni che magari non sono molto conosciute :-)
    E' vero che il nostro patrimonio storico culinario è immenso, me ne sto accorgendo ogni giorno che passa :-D

    bacioniiii e buona pasquettaaa!!! :-D

    RispondiElimina
  19. Bellissima. Grazie per la ricetta tradizionale dei miei antenati Calabresi. Buona Pasqua un po' in ritardo

    RispondiElimina
  20. Eh beh, questi si che sono bellissimi! :)

    RispondiElimina
  21. Ciao Ago,
    che belli questi dolci, non li ho mai visti dal vivo purtroppo e non ne conoscevo neppure il nome prima di leggere il tuo bel post arricchito di ricordi di infanzia. Grazie!

    RispondiElimina
  22. What a beautiful Easter basket! I love it!

    RispondiElimina
  23. Ahhh, so these are the famed Calabrian cudduraci. Thank you for demonstrating traditions of my heritage!

    RispondiElimina
  24. Ciao Chow Linda: Prego Linda! Allora sei un pò Calab rese anche tu! :-D

    oneordinaryday: thank you! :-D

    Margherita: dai che sono tutti belli e particolari, ognuno a modo suo e con la sua fantasia! .-D

    Kja: Sono felice che ti siano piaciuti cara Kja! :-D
    In effetti, questi fanno davvero parte dei miei ricordi...d'infanzia e non ;-)

    Mary: Thank you!!! :-D

    Marcellina: Oh yeah, they are cudduraci! :-D So do you have a calabrian heritage? wonderfullll!!!!:-D

    RispondiElimina
  25. Mai fatti "on my own", ma quest'anno ci provo e seguo la tua ricetta, sono bellissimi, e quanti ricordi...Complimenti per il blog e per i tanti interessi. Anch'io sono di Reggio. Buona Pasqua! P.S. ti seguo anche su twitter

    RispondiElimina
  26. Proprio belli ,anche quelle uova cosi dipinte sono perfette.
    Anche qui da me, in Abruzzo ci sono dei dolci Pasquali cosi',hanno la forma del cavallino per i maschietti e di pupa per le bimbe.
    Un abbraccio e tanti cari auguri di Buona Pasqua.

    RispondiElimina
  27. Anch'io li ho fatti!! La ricetta è simile, ma le tue hanno una marcia in più.... il tocco d'artista ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...